Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Dove le candele sono più importanti del denaro…

La fotografa greca Lizy Manola ha attraversato l’Etiopia alla ricerca dei simboli, dei volti, degli sguardi e degli abiti che rappresentano l’influenza della religione e dell’ortodossia in una terra in cui si respirano storia e mistero.  La mostra – “Ethiopia, Spiritual Imprints”, curata dallo studio dell’architetto Paolo de Benedictis – inaugurata a Venezia, nello spazio dell’officina dell’arte spirituale dell’Abbazia di San Giorgio Maggiore mette in esposizione 69 immagini a colori che ritraggono luoghi, persone e oggetti del sacro. Le fotografie che Lizy Manola ha scattato in Etiopia e portato in Italia mostrano le chiese in pietra della regione di Lalibela, oggi nell’elenco dei siti protetti dell’Unesco, e le chiese scavate nella roccia nella regione del Tigray. L’obiettivo di Lizy Manola ci fa conoscere le spettacolari festività religiose, le processioni, le notti di vigilia e i momenti di preghiera. Cerimonie, festività religiose, croci cariche di storia, mani e volti indimenticabili: Manola, anche da europea ‘esterna’ a quella cultura, racconta visivamente il cuore della vicenda umana e spirituale dei cristiani d’Etiopia. “Per spiegare la loro visione del mondo, basti pensare che per loro le candele sono più importanti del denaro. La seconda volta che sono tornata, ho portato loro candele. Erano felicissimi” racconta. Ethiopia: spiritual imprints resterà aperta fino al 20 ottobre. A giugno del 2015 sarà ad Atene, al Museo Bizantino. 


 

 


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004