“Compagno per tanti anni”. Barbara D’Urso in lutto, il dolore per quella morte inattesa

È morto a 78 anni il giornalista Giangavino Sulas, esperto di cronaca nera. Classe 1943, Giangavino Sulas ha esercitato la professione di giornalista dal lontano 1975. Inarrestabile e instancabile, la sua penna vanta circa quarantacinque anni di carriera. Un volto diventato noto anche sul piccolo schermo, per numerose ospitate presso i programmi Mediaset, ma anche nei salotti di Barbara D’Urso e non ultimo Quarto Grado.

Sulas era nato in Sardegna ed era noto al pubblico televisivo era noto, in particolare, per gli interventi a “Quarto Grado”, “Pomeriggio Cinque”, “Lombardia Nera” e “Iceberg”. Ha lavorato fino all’ultimo, anche collegandosi dall’ospedale Humanitas di Bergamo dove si trovava ricoverato, per l’aggravarsi delle condizioni di salute. Lascia la moglie Anna e i figli Roberta e Marco. Per il momento nessuna nota ufficiale da parte della famiglia annuncia la morte di Sulas, né si conoscono le cause del decesso.

barbara d'urso ricordo giangavino sulas

A dare la triste notizia del decesso è stato Gianluigi Nuzzi: “Caro Giangavino te ne sei andato in punta dei piedi”, ha scritto su Instagram, ricordando il giornalista con un messaggio accorato: “Uomo gentile, cronista di altri tempi, senza mai rinunciare a esprimere le tue idee, talvolta in solitudine. Questo nostro mestiere significa anche ironia, autoironia sulla commedia della vita e tu ne sei maestro. E per questo non uso il verbo al passato perché le tue lezioni rimarranno sempre. Grazie”.


giangavino sulas morto

Anche l’account Facebook di “Quarto grado” ha ricordato Sulas con un’immagine accanto alla didascalia: “Al nostro Sulas piaceva questa foto. C’era tutto lui. La passione per il confronto. Le carte di un processo tra le mani. La notizia prima di tutto come atto di rispetto per i suoi lettori e per i telespettatori di #Quartogrado. Se n’è andato di venerdì. Ci mancherà tantissimo. Ciao caro amico. Ciao Giangavino”.

giangavino sulas ricordo barbara d'urso

Tra i casi di cui Giangavino Sulas si è occupato ci sono quelli di Yara Gambirasio, Denise Pipitone, Annamaria Franzoni. Lo ha ricordato su Twitter anche Barbara D’Urso, spesso ospite dei salotti televisivi condotti dalla presentatrice napoletana: “Ciao Giangavino, compagno di tanti anni e tante puntate di Pomeriggio 5. Uomo delicato, gentile e sensibile. Giornalista acuto, attento e appassionato”.