barbara d'urso pomeriggio 5 caos green pass

“Ignorante ed egoista”. In studio scoppia il delirio, lite tra gli ospiti e Barbara D’Urso è costretta a intervenire

Si è parlato a lungo della nuova stagione televisiva di Barbara D’Urso. Il ridimensionamento, di orario e di programmi, il cambio di stile, le critiche, l’addio al ‘trash’. La conduttrice non si è scomposta più di tanto ed è andata avanti per la sua strada. Ma è chiaro che per lei questo è un nuovo inizio. Perfino il sempre moderato Alberto Matano ha detto la sua e lanciato una frecciatina a Carmelita.

“Barbara d’Urso è riuscita – le parole del volto noto della Rai – a stabilire un filo diretto con il suo pubblico, fidelizzandolo, perché aveva un suo modo di raccontare i fatti. Un conto sono i contenuti e un conto è lo stile. Lei negli anni ha sempre avuto la sua impronta, che l’ha distinta dalle altre conduttrici, non capisco perché rinunciare a questo”. Insomma la metamorfosi di Barbara, per quanto imposta, non è piaciuta a tutti. E pure qualcuno del pubblico ha criticato questa trasformazione.

barbara d'urso pomeriggio 5 caos green pass

D’altra parte la linea scelta dai vertici di Mediaset è chiara: più sobrietà, più informazione, meno gossip e meno caciara in studio. Ovviamente, però, non sempre si riesce nell’intento, come dire, non tutte le ciambelle riescono col buco. Basta guardare quello che è successo nella puntata di Pomeriggio Cinque di martedì 28 settembre. Argomento del giorno è l’obbligatorietà del Green Pass per personale docente. A parlare è una professoressa di Genova che non si è vaccinata e che per entrare a scuola ha scelto di fare i tamponi.


barbara d'urso pomeriggio 5 caos green pass

“Non sono contraria al vaccino – le parole della professoressa – aspetto la fine della sperimentazione nel 2023. Ho scelto di fare i tamponi fino a giugno e poi vedrò. Non sta a voi dire se sono civile o meno. Stiamo facendo una battaglia per far abbassare il costo dei tamponi”. Gli opinionisti in studio, tuttavia, non sono d’accordo e la tensione sale. Caterina Collovati l’attacca: “È un’egoista, lei può fare questa scelta perché la maggior parte degli italiani si è vaccinata”.

Subito dopo Patrizia Groppelli se la prende con Paolo Brosio: “Non ti sei vaccinato, sei un no vax. Anch’io ho avuto il Covid e mi sono vaccinata”. Il giornalista a questo punto va su tutte le furie: “Non ti permetto di dire che sono no vax. Sei un’ignorante. Sono autoimmune, ho fatto il sierologico. Sono libero di non vaccinarmi per un anno”. E così interviene Barbara D’Urso: “Che hai detto? Basta. Voglio solo replicare alla prof. Il vaccino non è sperimentale, è sicuro. Non voglio che passi questo messaggio nella mia trasmissione”.