Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Dopo il coma…”. Alda D’Eusanio non lo aveva mai detto prima. Impossibile dimenticare quel momento drammatico

Nel 2012 Alda D’Eusanio fu investita da una moto in corsa mentre attraversava la strada: si trovava a Roma in corso Vittorio Emanuele e fu trasportata in ambulanza in codice rosso al Policlinico Gemelli e ricoverata in prognosi riservata. Un momento terribile della sua vita: Alda D’Eusanio finì in coma, ma ha avuto lo stesso la forza di superare 5 emorragie celebrarli.

Adesso a 70 anni è tornata a ruggire e si ripropone a teatro, con lo spettacolo dal titolo È nata una zucca. In un’intervista rilasciata al periodico Mio, la D’Eusanio è tornata a parlare dell’incidente e si è prestata a una toccante confessione: “Quando pensavo che dopo il coma fosse finito tutto, che non avrei fatto più nulla di nuovo, mi arriva questo stimolo di rinascita professionale da quel folle e visionario di Silvano Spada”, ha rivelato. E ancora, sull’imminente esordio in teatro, ha spiegato che si tratta “di un nuovo inizio, per me del tutto inaspettato”. (Continua dopo la foto)


In una recente intervista a Storie Italiane, Alda D’Eusanio ha rivissuto il dramma dell’incidente dopo aver ascoltato la storia di Dora Moroni, anche lei vittima di un impatto tremendo con l’auto, mentre era in compagnia di Corrado. “Sentire Dora mi fa rivivere il dolore che ho provato per il mio incidente. Sono stata in coma, ho trascorso diversi mesi in ospedale”. E poi ancora: “Dopo l’incidente non riuscivo a parlare bene. Dicevo ‘ho caduto’, ‘sono mangiato’. Ho perso anche la memoria cognitiva”. (Continua dopo la foto)

Alda D’Eusanio si è commossa ricordando quegli attimi tremendi: “Al di là di questo, io ho perso me stessa, ho perso la mia memoria. Ho perso inoltre tanti punti di riferimento affettivi, compreso il lavoro. Dopo un incidente così ti ritrovi sola, isolata e morta, ma sei morta da viva. Sentire qualcuno che parla del suo dolore mi fa rivivere tutto”, ha chiosato la D’Eusanio. (Continua dopo la foto)

{loadposition intext}

Nel frattempo la vita ha dato un’altra possibilità ad Alda D’Eusanio: lo spettacolo teatrale titolo “È nata una zucca”. Si tratta di una vera e propria rinascita personale e professionale, l’occasione per ripartire e dimenticare l’incidente, il coma e la lunga riabilitazione. Per lei un nuovo inizio, forse inaspettato ma che sicuramente la vedrà protagonista.

“I miei polmoni…”. Aurora Ramazzotti e il Covid, le sue condizioni peggiorano: come sta

-->

Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004