Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Tanta paura per lui”. Alberto Matano, tutta la preoccupazione in diretta: quella scena lo ha sconvolto

Alberto Matano non ha nascosto la sua preoccupazione durante il primo appuntamento della settimana con ‘La Vita in diretta’, andato in onda nella giornata del 28 febbraio. Ovviamente si stava parlando di uno degli eventi più delicati di questi giorni e sul volto del conduttore televisivo è comparso un sentimento di paura, soprattutto quando ha parlato con una persona protagonista dell’episodio negativo, che ha lasciato sicuramente senza parole anche le persone che stavano seguendo il programma.

A proposito di Alberto Matano, alcuni giorni fa ha confermato ufficialmente di avere un fidanzato: “Ritengo sia giusto e sano proteggere i propri sentimenti. E poi le etichette mi sono sempre andate strette. Nel corso della mia vita non ho avuto confini nella mia affettività. E l’ultimo Sanremo ci ha dato una lezione: non ci sono categorie dove esiste amore. Se con il mio compagno decideremo di sposarci, allora lo annunceremo e condivideremo la nostra gioia con tutti”, ha concluso al ‘Corriere della Sera’.

Alberto Matano La Vita in diretta Preoccupazione Inviato Mosca


Inevitabilmente il conflitto in corso in Ucraina, con la Russia che da diversi giorni ha deciso di attaccare l’intero territorio ucraino, è stato argomento principale di Alberto Matano. E proprio ‘La Vita in diretta’ è stata in un certo senso coinvolta da un fatto davvero preoccupante, che avrebbe anche potuto avere conseguenze peggiori. Fortunatamente il tutto è rientrato, ma il presentatore Rai si è collegato con la vittima di questo episodio e ha rivelato di aver avuto molta paura per la sua incolumità.

Alberto Matano La Vita in diretta Preoccupazione Inviato Mosca

Dunque, Alberto Matano ha deciso di parlare con il giornalista Giammarco Sicuro, che è inviato nella capitale russa Mosca e ha rivelato in diretta televisiva: “Ci hai fatto preoccupare ieri, te lo voglio dire perché stavi documentando le proteste e egli arresti in piazza e hanno caricato anche te”. Poi il corrispondente dalla Russia è entrato maggiormente nei dettagli e ha confermato di essere stato tratto in arresto, insieme a 15 colleghi, che si trovavano lì regolarmente, con i dovuti permessi.

Il giornalista Sicuro ha raccontato ad Alberto Matano e al pubblico: “Abbiamo visto delle persone lasciare dei fiori per dare solidarietà al popolo ucraino davanti all’ambasciata e venire arrestati solo per questo gesto di vicinanza”. A testimonianza del fatto che la situazione è incandescente e delicata e anche gli operatori dell’informazione rischiano grosso.