“Ecco perché ho pianto sangue”. Sanremo 2021, Achille Lauro e il gesto che ha sconvolto tutti: ora finalmente l’artista spiega cosa è successo

Dissacrante, fenomenale, artista vero. Parliamo di Achille Lauro che è tornato al Festival di Sanremo anche stavolta… col botto! Non più in gara come è accaduto nel 2019 e nel 2020 bensì nel cast fisso della kermesse musicale. L’artista si è presentato sul palco dell’Ariston con parrucca blu, piume e una tutina di paillettes. Il trentenne ha recitato una lettera intensa sull’umanità e ha poi cantato il brano Solo noi. Al termine della performance Achille ha pianto lacrime di sangue, lasciando tutti senza parole. Lacrime che non sono casuali ma che hanno un significato ben preciso.

Solo oggi si scopre che le lacrime di sangue di Achille Lauro sono un riferimento alla Madonnina di Civitavecchia. Una statua che nel 1995 avrebbe stillato lacrime di sangue per ben quattordici volte. In quell’occasione Monsignor Grillo ha dichiarato che il significato delle lacrime insanguinate della Madonna a Civitavecchia era riconducibile a un invito alla conversione e alla penitenza, nonché a un richiamo per i gravi disordini morali esistenti. (Continua a leggere dopo la foto)


Insomma, nel caso di Achille Lauro le lacrime di sangue sono un invito a smetterla di avere pregiudizi nei confronti di chi è diverso da noi. Nel suo lungo monologo il trapper romano parla di ferite e preconcetti. Ma anche di corpi nudi che si stringono e desideri. Nella lunga lettera, condivisa poi su Instagram, Achille Lauro ha ribadito: “Sessualmente tutto, genericamente niente.” (Continua a leggere dopo la foto)

E ancora: “Esagerazione, teatralità, disinibizione, lusso e decadenza, peccato e peccatore, grazia e benedizione, Sono gli artisti che si spogliano e lasciano che chiunque possa spiare nella loro camera da letto, in tutte le stanze della psiche. Esistere è essere, essere è diritto di ogni uomo. Dio benedica chi è”. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}
E neanche a dirlo: Achille Lauro a Sanremo 2021 ha diviso il pubblico. C’è chi ha apprezzato l’estro e la stravaganza dell’artista e chi invece si è detto stanco di tanto egocentrismo dopo le performance dello scorso anno. Chissà cosa ci aspetta per le prossime serate. Sicuramente niente facile da digerire, ma è questo l’artista!

Ti potrebbe anche interessare: “Ma cosa diavolo è quello?!”. Sanremo 2021, Arisa si presenta sul palco così: “Una dea!”. Ma in tanti notano quel curioso particolare