Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Fumo e alcol? I vizi dei genitori passano ai figli col Dna

I vizi e le cattive abitudini dei genitori si possono ereditare. Lo mettono nero su bianco i ricercatori dell’università australiana di Adelaide. Vizi come fumare, bere alcolici oppure mangiare eccessivamente non sono comportamenti che possono essere soltanto appresi, ma sono tratti ereditabili con il Dna. Secondo i ricercatori con il Dna non si trasmettono solo tratti somatici e altre caratteristiche, ma le alterazioni accumulate nella vita dei genitori precedentemente al concepimento possono passare alla prole. Dunque, un figlio non comincerebbe la sua vita “dal nulla” perché porta già con sé il retaggio dello stile di vita dei genitori che può modellare lo sviluppo del feto e del neonato. Negli ultimi dieci anni gli scienziati hanno studiato la maniera in cui queste memorie genetiche possono trasmettersi alla prole tramite un processo detto epigenetica (la capacità dei fattori ambientali di attivare o disattivare l’espressione di geni, senza che cambi il Dna o il codice genetico). Secondo il team di ricerca, ora vi è una mole sufficiente di studi per sostenere che la salute di un neonato comincia dai genitori, assai prima del concepimento.



Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004