Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Insulti sulla tomba della figlia dell'ex

Follia al cimitero: va a trovare la figlia morta a 22 anni e fa la scoperta choc sulla tomba

  • Storie

Insulti sulla tomba della figlia dell’ex compagna, 54enne di Villanova d’Asti condannato. A riportare la drammatica storia è Fanpage, che ha riportato il terribile racconto di Elisabetta, una donna vittima di stalking, perseguitata da quello che era stato il suo compagno e che non aveva accettato la fine della loro relazione.

Un vero incubo per la donna, originaria di Villanova d’Asti, che per mesi ha dovuto subire insulti, minacce in privato e sui social. Ossessionato da lei e incapace di accettare la fine della loro relazione, il 54enne calabrese è arrivato anche a scrivere parolacce e insulti sulla tomba della figlia dell’ex compagna, scomparsa nel 2017 a soli 22 anni.

Insulti sulla tomba della figlia dell'ex


Insulti sulla tomba della figlia dell’ex compagna: condannato

La donna ha affermato che lui si sarebbe presentato senza invito e senza preavviso davanti a casa sua, sarebbe salito sulla sua auto e l’avrebbe chiusa fuori, impedendole di entrare, si legge su Fanpage. “Mentecatta, hai problemi mentali – così le scriveva su Whatsapp e su Facebook – dobbiamo vederci, se volevo farti del male l’avrei già fatto, non rompere i coglioni, mi fai ribrezzo, vai insieme al tossico sporco e fatto del tuo amico… che schifo, str**”.

L’uomo è arrivato anche a lasciare insulti sulla tomba della figlia dell’ex compagna. “Tua madre è solo una tr***, non starci male” e ancora la frase “sei una tr***” incisa sulla panchina alla tomba di famiglia. E sempre in cimitero la violenza fisica fortunatamente senza conseguenze, almeno fisiche, per la vittima. Grazie a un carabiniere Elisabetta ha avuto il coraggio di denunciare. Da lì è arrivata l’ordinanza restrittiva che però, dopo la condanna a 6 mesi di reclusione con pena sospesa per la condizionale, non c’è più.

Insulti sulla tomba della figlia dell’ex, le minacce e il timore dell’avvocato di Elisabetta. “La cosa che mi ha sorpreso – spiega Caterina Biafora, avvocato di Elisabetta a Fanpage – è che il giudice, anche se l’imputato è stato condannato e ha confessato i fatti, ha ritenuto non necessario mantenere la misura cautelare del divieto di avvicinamento. A mio parere, credo che alla luce delle sofferenze che la signora ha subito, la somma di 5000 euro non sia congrua. Dopo aver letto le motivazioni valuteremo l’impugnazione della sentenza eventualmente anche sotto questo profilo. Io sono terrorizzata per Elisabetta, ho paura che questa persona, con tutto quello che ha fatto in passato, possa ripresentarsi sotto casa di Elisabetta e reiterare le stesse condotte o fare di peggio”.

“La mia vera identità”. L’annuncio dell’attrice: abbandonata da neonata, la scoperta dopo 34 anni


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004