Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Stefano Tacconi ischemia cerebrale condizioni

“Ricoverato d’urgenza, prognosi riservata”. Stefano Tacconi, ore di paura per l’ex portiere

  • Sport

Sono ore di tensione queste per la famiglia e i fan di Stefano Tacconi. Il grande portiere della Nazionale e della Juventus è stato ricoverato la mattina del 23 aprile, all’ospedale di Alessandria. Qui l’ex sportivo si trova in prognosi riservata nel reparto di neurochirurgia. Il 64enne si è sentito male questa mattina ad Asti dove, riporta La Stampa, era atteso come ospite alle “Giornate delle Figurine”. Poco prima del ricovero, Tacconi avrebbe informato gli organizzatori che aveva una forte emicrania. Al quel punto più nulla sino al primo ricovero al pronto soccorso di Asti.

A questo punto Stefano Tacconi è stato trasferito all’ospedale di Alessandria dove ora è ricoverato. È ancora atteso un bollettino medico che dovrebbe chiarire le condizioni dell’uomo di 64 anni. Come dicevano, l’ex portiere della nazionale era stato ospite ieri sera, nell’ambito della rassegna “Giornate delle Figurine”, partecipando in un ristorante della provincia a una cena benefica in favore del comitato locale della Croce Rossa Italiana.

Stefano Tacconi ischemia cerebrale condizioni


Stefano Tacconi, il malore e la corsa in ospedale: la diagnosi

Da quel poco che è emerso, l’ex calciatore, che era in compagnia di uno dei suoi figli, ha proseguito la serata in un locale da ballo nel centro della città. Poi, la mattina successiva è stato portato all’ospedale Cardinal Massaia di Asti, dove i medici hanno deciso il trasferimento ad Alessandria. Uno dei primi commenti arriva dal figlio di Stefano Tacconi, Andrea, che su Instagram ha postato una storia con scritto: “Riprenditi Papi, sei un leone, vincerai anche questa battaglia”.

Stefano Tacconi ischemia cerebrale condizioni

Nelle ore successive però emerge quella che in realtà è la probabile diagnosi di Tacconi: ischemia cerebrale. Lo dicono i sintomi e soprattutto il trasferimento nel centro specializzato di Alessandria. Qui Stefano Tacconi sembra chiaro che sta lottando per la vita.

Era atteso in serata un bollettino medico per provare a chiarire le condizioni di Stefano Tacconi, si è deciso poi di far slittare tutto alla mattinata, quando magari il quadro clinico sarà più chiaro. Il mondo del calcio è col fiato sospeso in attesa di ulteriori sviluppi.

L’auto si ribalta più volte, Noemi muore sul colpo a 25 anni. Grave la cugina


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004