Positivo al Covid, l’annuncio di Pier Ferdinando Casini. Le sue condizioni e il messaggio alla madre

Il senatore Pier Ferdinando Casini è risultato positivo al Coronavirus. Lo ha annunciato lo stesso ex presidente della Camera dei Deputati nel corso della puntata di venerdì 12 febbraio “L’aria che tira”, il programma condotto da Myrta Merlino su La7. Una brutta notizia per Casini che ha fatto spaventare anche sua madre alla quale ha comunicato la positività proprio nelle ultime ore: “Stamattina lo ho annunciato a mia madre, ha fatto il solito dramma per il suo bambino”.

Ma se dal punto di vista della salute c’è una certa preoccupazione l’umore è rimasto intatto. Lo stesso politico ha così risposto a mamma Mirella: “Stai serena, l’erba cattiva non muore mai”. Mentre nel Paese continua la lotta contro il virus che dura ormai da oltre un anno, inoltre, la recente evoluzione del quadro politico ha dato a Casini un ulteriore dispiacere. Almeno stando allo sfogo che il giornalista Augusto Minzolini gli ha attribuito subito dopo l’incarico che il presidente Sergio Mattarella ha affidato a Mario Draghi. (Continua a leggere dopo la foto)


Lo stesso Pier Ferdinando Casini ha fatto sapere che le sue condizioni di salute sono buone, anche se non è asintomatico: “Ho scoperto di avere il Covid. Un po’ di tosse fastidiosa ma la mente è lucida”, le parole rilasciate nella mattinata a Myrta Merlino. Forse il senatore dei Centristi per l’Europa è maggiormente preoccupato dagli ultimi sviluppi del quadro politico. Secondo le indiscrezioni del sempre super informato Augusto Minzolini il sogno di Casini raggiungere il Quirinale è destinato a tramontare con l’arrivo di Mario Draghi. (Continua a leggere dopo la foto)

Questo il retroscena svelato dal giornalista Augusto Minzolini e riportato anche da Libero: “Lunedì sera, nello studio di Tg2 post, incontri un Pier Ferdinando Casini che si sente sollevato, come se si fosse tolto un chiodo fisso dalla mente. Ormai che debbo fare?! – sospira – Draghi ci ha fregati tutti: è chiaro che punta al Quirinale. A me non resta che andare in vacanza”. “Il tutti – prosegue Minzolini – si riferisce ai tanti concorrenti del principale Gran Prix che ogni sette anni si corre nel Palazzo e Casini, che si è iscritto alla gara da tempo, sa benissimo che Mario Draghi ora più che mai è il favorito”. (Continua a leggere dopo la foto)

Certo al momento Mario Draghi ha ben altri pensieri per la testa: in questo momento l’ex presidente della Banca Centrale Europea sta preparando la lista dei ministri da consegnare al massimo sabato 13 febbraio al Presidente della Repubblica Mattarella. In ogni caso, se il nuovo governo dovesse partire a breve e gestire la delicata situazione in modo efficace la candidatura di Draghi al Quirinale sarebbe troppo anche per uno ‘della vecchia guardia’ come Pier Ferdinando Casini. Pazienza Pierferdi, meglio pensare alla salute!

“Ho fatto il miracolo…”. Governo, Matteo Renzi al FT: “Ecco perché ho aperto la crisi”