zona_bianca_covid

“In zona bianca dal 1 giugno”. Covid, solo per alcune regioni. Cosa cambia per aperture e coprifuoco

Zona bianca, niente coprifuoco e riaperture anticipate. Accordo trovato tra ministero della Salute e regioni. L’andamento del contagio da coronavirus è, come previsto nelle settimane scorse, in rassicurante discesa. Dunque gli italiani, i commercianti, i turisti possono tornare a respirare un’atmosfera di ‘normalità’. Ovviamente la maggior preoccupazione delle istituzioni, in questo momento, è quello di evitare il ‘liberi tutti’. Ovvero la tendenza, comprensibile ma deleteria, a ritenere che il Covid-19 sia sconfitto una volta per tutte.

I virologi, le cui diverse idee hanno avuto effetti devastanti sull’opinione pubblica, concordano su un punto: dovremo convivere ancora a lungo con il virus. Ma con l’arrivo della buona stagione e la campagna vaccinale che procede bene, da mercoledì 26 maggio nel Lazio possono prenotarsi anche i quarantenni, il peggio sembra davvero alle spalle. E da martedì 1 giugno inizia una nuova fase: tre regioni tornano in zona bianca e nelle zone con minor rischio molte attività potranno riaprire in anticipo rispetto a quanto previsto.

zona_bianca_covid

La linea di azione per le zone bianche è stata discussa e approvata dal ministro Roberto Speranza e dai rappresentanti regionali. Presto arriverà un’ordinanza che renderà effettivi i cambiamenti a partire da martedì 1 giugno. In particolare una regione in zona bianca non avrà più il coprifuoco e le attività economiche e sociali potranno riaprire da subito.


roberto_speranza

Da martedì 1 giugno saranno tre, in particolare, le regioni che passeranno in zona bianca. Molise, Friuli Venezia Giuglia e Sardegna. Quest’ultima, lo ricorderete, aveva già sperimentato questa situazione, ma pochi giorni dopo tornò rossa. Dunque massima cautela. Dal 7 giugno, invece, diventeranno zona bianca Abruzzo, Liguria e Veneto. In ogni caso praticamente tutta l’Italia, salvo eventi di particolare gravità, dovrebbe essere colorata di bianco da lunedì 14 giugno.

zona_bianca
zona_bianca_palazzetti

In particolare le nuove regole prevedono il mantenimento delle sole regole anti-contagio. Ovvero bisognerà comunque rispettare il distanziamento, l’igiene specialmente delle mani e le mascherine. Subito l’ok a fiere, congressi, parchi a tema e feste di nozze (prima previste per il 15 giugno. Via libera anche a piscine al chiuso, sale giochi, stabilimenti termali e palazzetti dello sport. Queste ultime riaperture erano inizialmente previste dal primo luglio.