Riforme, Renzi: “Non guardiamo in faccia a nessuno”

“Quelle che vengono chiamate riforme strutturali devono essere fatte. Non perché ce lo chiede l’Europa. Ma perché sono l’unica possibilità per l’Italia” e “se  vogliamo tornare a essere quello che siamo sempre stati, paradossalmente, bisogna cambiare”. Sono le parole del Matteo Renzi nel presentare il mini-sito che illustrerà l’agenda dei prossimi 1000 giorni di governo. E ancora: “Guardiamo negli occhi tutti, ma non guardiamo in faccia nessuno. Se l’Italia deve cambiare, nessuno può chiamarsi fuori. Nessuno può tirarsi indietro. Vale per tutti i settori. I mille giorni – dice ancora Renzi – sono una occasione ghiotta per la politica: dimostrare che le riforme si possono fare. Questo è il Paese che è apparso sulla scena internazionale come il Paese dei veti. Dei no, non si può. Delle lungaggini e delle procedure. Al termine di questo periodo avremo un Paese più coraggioso, più semplice, più competitivo. E dunque una politica più credibile”.