Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“C’è un indagato”. Omicidio Pierina Paganelli, svolta nel caso dopo 8 mesi: cosa è stato scoperto

  • Italia

Potrebbe esserci una svolta nel caso di Pierina Paganelli, la 78enne uccisa a Rimini la sera del 3 ottobre scorso. Dopo 8 mesi di indagini c’è un indagato. Nel pomeriggio di oggi il sostituto procuratore Daniele Paci lo ha comunicato alla persona interessata , ora si potrà procedere agli accertamenti irripetibili come la comparazione del Dna. L’omicidio di Pierina era stato seguito dai maggiori media nazionali, del caso si era occupata anche la trasmissione Chi l’ha visto.

>> “Maria, tutti ma lei no!”. Amici, fuori il nome della nuova insegnante ed è subito bufera

Un caso complicato: “a detta dei vicini ben voluta da tutti, è stata brutalmente uccisa la sera del 3 ottobre 2023 da qualcuno che l’ha aspettata al rientro da un gruppo di preghiera di testimoni di Geova. Erano circa le dieci di sera. Ventinove le coltellate inferte. L’autopsia ha stabilito che i primi quattro fendenti sono stati quelli letali”.


Pierina Paganelli, c’è un indagato per l’omicidio della 78enne

Il delitto si era consumato nel vano tagliafuoco tra il piano dei garage e il vano scale condominiale. Nel corso dei mesi la polizia aveva sentito più volte la nuora Manuela Bianchi, che vive sullo stesso pianerottolo e Louis Dassilva. Proprio quest’ultimo risulta indagato. Oggi gli inquirenti hanno notificato a Louis Dassilva, 35enne senegalese, di essere indagato.

Dassilva è stato spesso ospite di programmi tv. L’ultima volta in video è stata il 21 marzo scorso. Ospite de ‘La vita in Diretta’, il programma di Alberto Matano in onda su Rai 1, era scoppiato in lacrime dicendo le seguenti parole. “Mi dispiace per Pierina. Non ha potuto vedere suo figlio (Giuliano Saponi, ndr) tornare a casa, So quanto questo possa essere difficile”.

Sono estraneo ai fatti e ho totalmente fiducia nella giustizia – aveva aggiunto cercando di smontare le illazioni e respingendo le accuse. Qualcuno sta cercando di mettermi in mezzo”, aveva aggiunto Dassilva, confermando di non essere “uscito di casa quella sera”, cioé la sera del 3 ottobre scorso, quando tra le 22 e le 22.30, con ogni probabilità, la pensionata è stata aggredita e massacrata.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004