Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Matteo Messina Denaro Denise Pipitone

“Chiedete a lui”. Messina Denaro, l’appello choc dei genitori di Denise Pipitone

  • Italia

Matteo Messina Denaro e Denise Pipitone sembrano non avere nulla in comune, infatti stiamo parlando di un boss di Cosa Nostra e di una povera bambina scomparsa nel nulla nel 2004 da Mazara del Vallo. Invece i genitori della piccola hanno deciso di rompere il silenzio nelle scorse ore sui social e hanno fatto una richiesta ufficiale. Secondo loro, potrebbero esserci degli sviluppi alla luce dell’arresto dell’uomo, avvenuto il 16 gennaio in una clinica di Palermo dove era in cura per un tumore.

Dunque, ci potrebbe essere qualche collegamento tra Matteo Messina Denaro e Denise Pipitone. O almeno è quanto hanno rivelato Piera Maggio e Piero Pulizzi su Facebook. A proposito del boss di Cosa Nostra, è stato individuato il suo covo utilizzato per nascondersi dalle forze dell’ordine. Era situato a Campobello di Mazara, in provincia di Trapani. Ma andiamo a vedere insieme invece cosa hanno detto la madre e il padre di Denise, dopo la cattura del latitante, che aveva fatto perdere le sue tracce 30 anni fa.

Leggi anche: Caso Denise Pipitone, la notizia della morte di Giovanni Aricò

Matteo Messina Denaro Denise Pipitone


Matteo Messina Denaro e Denise Pipitone: cosa hanno detto i genitori di lei

Parole molto chiare quelle dette da Piera Maggio e Pietro Pulizzi, che hanno tirato in mezzo Matteo Messina Denaro sul caso Denise Pipitone. Purtroppo della bimba, ormai diventata una ragazza se fosse ancora in vita, non si è saputo più niente da quel terribile primo settembre del 2004, quando sparì nel nulla nelle vicinanze dell’abitazione della nonna materna. Ma ora con la cattura del boss di Cosa Nostra, secondo i genitori, potrebbero esserci novità importanti che lui stesso potrebbe rivelare agli inquirenti.

Matteo Messina Denaro Denise Pipitone

Questo il post condiviso su Facebook da Piera Maggio e Pietro Pulizzi: “Ci appelliamo a dei sentimenti forse assopiti, al vero senso dell’essere un genitore amorevole. Stato, magistrati, chiedete al boss Matteo Messina Denaro se sa dov’è la nostra Denise. Noi siamo convinti che se decidesse di fornire la risposta alla nostra domanda, metterebbe fine al nostro calvario. Piera Maggio e Pietro Pulizzi”. Poi sono state fornite altre spiegazioni, nel momento in cui alcuni utenti hanno domandato il perché ci si fosse rivolti al boss.

Questo quanto rivelato ancora: “Nella vita tentare non nuoce. La nostra richiesta non è per accusarlo di qualcosa. Denise ha potuto dare fastidio anche su altri fronti, non è scontato ma è fattibile che qualcuno abbia voluto sapere. Credo che adesso il senso sia abbastanza chiaro”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004