Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Matteo Messina Denaro ex magistrata Teresa Principato Protetto dalla Massoneria

“Chi lo ha protetto e coperto in questi anni”. Matteo Messina Denaro, parla l’ex pm

  • Italia

Dopo l’arresto di Matteo Messina Denaro, Teresa Principato, ex procuratrice aggiunta di Palermo, ha rilasciato un’intervista a Repubblica. Il boss mafioso, ritenuto il numero uno di Cosa nostra, è stato arrestato il 16 gennaio dai carabinieri del Ros in una clinica privata di Palermo (Maddalena) dove era in cura per un cancro al colon.

In molti si chiedono come sia possibile che Matteo Messina Denaro, ricercato ormai da tanto tempo, si recasse indisturbato in una struttura privata in pieno centro a Palermo. Non solo, anche come in 30 anni nessuno lo abbia mai scovato. La stessa cosa se la chiede Teresa Principato, ex procuratrice aggiunta di Palermo, che a Repubblica ha parlato della latitanza del boss e del sistema di protezione che avrebbe avuto in tutti questi anni.

Leggi anche: “Cosa abbiamo trovato”. Arresto Messina Denaro, la scoperta sulla tomba di Giovanni Falcone

Matteo Messina Denaro ex magistrata Teresa Principato Protetto dalla Massoneria


Matteo Messina Denaro, l’ex magistrata Teresa Principato: “Protetto dalla Massoneria”

Secondo l’ex magistrato, durante la sua fuga Matteo Messina Denaro ha potuto contare “su una rete di copertura di carattere massonico che lo ha protetto in tutto il mondo”. Il boss sarebbe riuscito a viaggiare in Venezuela, Spagna e Inghilterra grazie ad una rete di contatti. “Ha potuto contare su una rete di copertura di carattere massonico che lo ha protetto in tutto il mondo. Attraverso le rogatorie abbiamo trovato tracce della sua presenza, purtroppo non lui”, ha rivelato a Repubblica in un articolo a firma Dario del Porto.

Matteo Messina Denaro ex magistrata Teresa Principato Protetto dalla Massoneria

“In Venezuela, ad esempio, c’è una larghissima, intricata, realtà massonica e sicuramente gli ambienti frequentati da Matteo Messina Denaro, siciliani trapiantati che gestivano un negozio di mobili molto fiorente, erano massonici. In Inghilterra, la massoneria è addirittura uno status. – ha detto ancora l’ex magistrato – In Spagna invece ho qualche dubbio sul carattere massonico dei rapporti intrecciati da Messina Denaro con coloro che lo hanno ospitato. Ma c’è dell’altro”.

Teresa Principato ha parlato di una loggia coperta costituita proprio dal boss. “Un collaboratore di giustizia massone ha parlato di una loggia coperta costituita proprio da Matteo Messina Denaro che si chiamava ‘La Sicilia’. Questi suoi rapporti, ne sono convinta, lo hanno messo al riparo dal pericolo di essere rintracciato”. “Ho sempre pensato che una rete di carattere massonico lo proteggesse in tutto il mondo. Ma devo anche dire che il procuratore dell’epoca non era affatto convinto di questa pista massonica”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004