Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Morte-Liliana-Resinovich dna scagiona marito claudio

“Il risultato del Dna”. Liliana Resinovich, colpo di scena: cosa è emerso dall’esame sul cordino

  • Italia

Liliana Resinovich, il caso sulla donna trovata senza vita nel gennaio scorso a a Trieste nei pressi di un boschetto del parco dell’ex ospedale psichiatrico di San Giovanni è ancora un mistero. Liliana Resinovich era sparita nel nulla a dicembre 2021, poco prima dell’arrivo del Natale.

Qualche settimana fa è stato accertato che sul cordino che era stato stretto intorno ai sacchetti in cui è stata messa la testa della 63enne era presente del Dna di lei mescolato a uno maschile. Ed è stato deciso di prelevare dei campioni dal marito Sebastiano e dall’amico Claudio per cercare di capire se possano uscir fuori maggiori indicazioni.

Liliana Resinovich dna scagiona marito claudio vicino di casa


Liliana Resinovich, il risultato del dna trovato sul cordino

L’esame tossicologico sul cadavere della donna, deciso dalla procura di Trieste, ha stabilito che la vittima “non ha assunto sostanze xenobiotiche, droghe e farmaci, che possano aver cagionato il decesso. I test sono stati sia di tipo immunochimico su sangue e urine e sia di tipo cromatografico in spettrometria di massa tandem per tutte le altre matrici biologiche. Le analisi tossicologiche immunochimiche di screening hanno quindi dato esito negativo”.

Liliana Resinovich dna scagiona marito claudio vicino di casa

Ora è arrivato l’analisi scientifica della traccia biologica maschile trovata sul cordino ha dato esito negativo. Come riporta il Corriere della Sera, il Dna non è né del marito Sebastiano, né dell’amico Claudio, né del vicino di casa Salvatore. I tre uomini, secondo il dna trovato sul cordino, al momento sono scagionati dall’accusa di omicidio di Liliana Resinovich.

Secondo la polizia scientifica nessuno dei tre ha toccato il cordino che potrebbe aver soffocato Liliana Resinovich. Un vero colpo di scena, visto che le indagini si erano concentrare sul dna e sui tre uomini che gravitavano intorno alla donna. Si fa strada allora un’altra pista, quella del suicidio.

Antonella Bortolatto trovata morta dopo una settimana di ricerche: la scoperta degli addetti del Comune


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004