Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Giovane addestratore sbranato dal cane di un suo amico. Una tremenda tragedia. L’animale lo ha attaccato in più punti del corpo e il ragazzo non ha avuto scampo. La sequenza di quanto accaduto ha lasciato tutti senza parole

 

Giovane addestratore sbranato e ucciso dal cane di un suo amico. Aveva appena 26 anni. È stato assalito dall’animale che il ragazzo avrebbe dovuto aiutare. Era stato chiamato proprio perché il bull terrier aveva da qualche tempo  problemi comportamentali. Quando sono arrivati i soccorsi, per l’uomo non c’è stato nulla da fare. Era troppo tardi. Una tragedia che si è consumata in provincia di Torino, a Chivasso. La vittima si chiamava Davide Lobue e aveva soltanto 26 anni. A ucciderlo, la notte appena passata, è stato un cane di razza Bull Terrier. Animale che è di proprietà di un suo conoscente, che vive a Chivasso. Il corpo del giovane è stato trovato da un vicino del proprietario del cane. L’uomo si era insospettito, sentendo il quattro zampe abbaiare furiosamente, qualcosa che andava oltre il solito. È uscito di casa e di fronte a lui, gli si è presentata una scena tremenda. A terra il corpo del ventiseienne. (Continua a leggere dopo la foto)


Quando sono arrivati i soccorsi, il ragazzo era già morto. Sull’accaduto sono al momento in corso le indagini da parte dei carabinieri. Non è ancora chiaro che cosa possa aver scatenato l’aggressività del cane. Spetta ai militari chiarire la dinamica. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri della stazione di Cavagnolo, Davide Lobue, educatore cinofilo, era andato a trovare il bull terrier, a quanto pare, su richiesta del proprietario che in quel momento si trovava a Milano per un concerto. Il cane aveva, infatti, dei problemi comportamentali e il suo padrone, Daniele Conte, aveva chiesto all’addestratore di occuparsene, aiutandolo. (Continua a leggere dopo le foto)

{loadposition intext} Qualcosa però ha scatenato l’aggressività del bull terrier, che ha attaccato l’addestratore. Una sequenza che si è rivelata fatale al giovane ragazzo. Alla testa, al collo, ai polpacci, a una coscia e alle braccia. Non ha avuto scampo. L’incidente è avvenuto nel condominio le Betulle, a Chivasso, nel giardino del proprietario del bull terrier. Il cane, che ha un anno e sei mesi, adesso è stato temporaneamente affidato al canile di Settimo ed è sotto osservazione sanitaria.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004