Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
elena del pozzo uccisa mamma confessa

“È morta così”. Omicidio Elena Del Pozzo, dettagli angoscianti dopo la confessione della madre

  • Italia

Elena Del Pozzo uccisa, la mamma ha confessato. Si è conclusa nel peggiore dei modi la vicenda della piccola di 5 anni di cui nella giornata di ieri, lunedì 13 giugno, la mamma Martina Patti aveva denunciato la scomparsa. La donna, 23 anni, aveva riferito agli inquirenti che la bambina “era stata portata via da una banda di tre uomini incappucciati” all’uscita dall’asilo. Siamo a Tremestieri Etneo, in provincia di Catania.

Oggi la mamma di Elena Del Pozzo ha confessato di aver ucciso la bambina: “L’ho uccisa io, non ero in me”. Nel corso dell’interrogatorio che si è concluso intorno alle 15, Martina Patti non ha però spiegato perché lo ha fatto né come ha commesso l’omicidio. Dunque non si conosce né la dinamica né il movente. La Procura ha incriminato la donna di omicidio pluriaggravato e occultamento di cadavere.

elena del pozzo uccisa mamma confessa


Cosa è successo a Elena Del Pozzo

Secondo le prime ricostruzioni la donna sarebbe andata a prendere la bambina all’asilo e poi l’avrebbe uccisa a casa. Nella mattinata durante il sopralluogo nella casa di Mascalucia Martina è crollata in un lungo pianto e poi ha portato i carabinieri nel campo dove aveva nascosto il corpo della piccola. Fin dalle prime dichiarazioni della donna gli investigatori del comando provinciale dei carabinieri guidati dal colonnello Rino Coppola erano rimasti perplessi.

elena del pozzo uccisa mamma confessa

Oggi è arrivata la conferma da parte del procuratore della Repubblica di Catania Carmelo Zuccaro: “Purtroppo, è stato trovato il cadavere della piccola Elena, su indicazione della madre”. Dunque Elena Del Pozzo non è stata rapita da sconosciuti ma uccisa dalla mamma Martina Patti. Già nella notte tra lunedì e martedì gli investigatori avevano ascoltato a lungo la donna: “Nel corso di un lungo interrogatorio le avevamo contestato molte incongruenze” ha spiegato il procuratore Zuccaro.

Il racconto della donna non ha mai convinto del tutto gli inquirenti. La storia del rapimento da parte di uomini incappucciati “di cui uno armato di pistola” era smentita dai fatti. Innanzitutto non c’erano tracce o impronte particolari sull’auto della donna. Inoltre le telecamere della zona non avevano registrato nessuna presenza sospetta. Il corpo senza vita della piccola Elena Del Pozzo è stato ritrovato a 200 metri dalla casa della madre. Il papà della piccola è arrivato sul luogo del ritrovamento con la nuova compagna ed è scoppiato a piangere. I genitori di Elena non stavano più insieme da tempo.

La nonna paterna, Rosaria Testa, ha rivelato: “Lei non rispondeva mai al telefono alle mie chiamate, a un certo punto, quando mi ha chiamato ieri dicendomi che avevano rapito Elena, che erano incappucciati, mi ha detto che gli uomini gli avrebbero detto che questa sarebbe stata l’ultima cosa che avrebbe fatto suo marito. Pare che gli uomini le avrebbero detto, al telefono, che Elena era già morta. Quando i genitori hanno litigato la piccola non voleva andare via da casa, un giorno la mamma le stava dando botte e gliela abbiamo dovuta togliere dalle mani”.

“Perché l’ho uccisa”. Omicidio Elena Del Pozzo, mamma Martina lo ha confessato ai carabinieri


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004