“Vergognati! Ora basta”. Denise Pipitone, Piera Maggio perde la calma ed è furia contro il giornalista

Piera Maggio ha lanciato un nuovo appello sui social dopo le numerose dichiarazioni sul caso della figlia Denise Pipitone, la bambina scomparsa a Mazara del Vallo, in provincia di Trapani, quando aveva solo quattro anni. Un mistero irrisolto da diciassette anni, quando la piccola scomparve nel nulla mentre giocava fuori dalla casa della nonna insieme a un cuginetto.

Da allora in nulle, con le ricerche partite immediatamente e lo spettro del rapimento maturando nell’ambiente famigliare. Denise Pipitone infatti era la figlia di Piera Maggio e Pietro Pulizzi, che all’epoca non era ancora divorziato dalla moglie Anna Corona e aveva altre due figlie: Alice e Jessica, quest’ultima processata e assolta dall’accusa di rapimento. “Cerchiamo di non fare confusione in rete. Cerchiamo di non fare allarmismi. Non è bello sentirmi dire davanti alla tv ‘Denise è mamma’ e tutte queste cose. Un po’ di rispetto”, ha detto Piera Maggio durante la scorsa puntata di Chi l’ha visto? chiedendo massima cautela.

Piera maggio denise piptone carmelo abbate

Non solo, venerdì sera la mamma di Denise Pipitone ha pubblicato la chat con il conduttore di Quarto Grado, trasmissione in cui il giornalista Carmelo Abbate aveva commentato la relazione tra Piera Maggio e Pietro Pulizzi difendendo Anna Corona e Jessica Pulizzi. “Signor Nuzzi, ma a lei le pare onesto il comportamento schifoso usato nei miei confronti dal suo collega Abbate, nei miei confronti? E lei che lo fa parlare con tutta tranquillità. Ma come vi sentite a far denigrare una madre a cui le è stata rapita una bambina, cercando di giustificare la violenza. Ma cosa ne sapete di me, ma come vi permettete a giudicarmi e a farmi giudicare pubblicamente senza sapere. Ma secondo il suo parere di padre e di genitore, se questo venisse fatto ad una persona a lei cara, lei lo accetterebbe? Tutto questo è di uno squallore vergognoso. Non sapete nulla realmente della mia vita e mi fate passare per una donna frivola leggera e senza sentimenti. Vergogna no? Cordiali saluti Piera Maggio. Vergogna Adesso basta“.


Ieri Piera Maggio su Twitter ha chiesto a tutti di non fare gli auto.detective ed è tornata a commentare le parole di Carmelo Abbate a Quarto Grado: “Bisogna NON fare gli auto-detective, e far lavorare in pace le persone preposte in questo momento senza creare ulteriore confusione. Questo non è un gioco! L’aiuto al caso si può fornire in diverso modo senza esagerare. Non siate pedine del fallimento di altri“.

Piera maggio denise piptone carmelo abbate
Piera maggio denise piptone carmelo abbate

“La libertà di parola deve essere accostata al contegno e al rispetto delle situazioni e persone, specialmente se si sta parlando di vittime. Questa è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. – ha scritto Piera Maggio – Vergogna assoluta Abbate e company. Questo non è giornalismo. Invito TUTTI I VERI GIORNALISTI SERI AD INDIGNARSI. Grazie. Adesso basta, vergogna Carmelo Abbate”.