“La priorità è questa”. Covid, Massimo Galli non ha dubbi: “Basta mistificazioni”

Covid Italia, l’esperto Massimo Galli sui vaccini. Contagi in rialzo e una situazione di emergenza che richiede ancora la massima prudenza. In vista dell’ipotesi sulle nuove misure restrittive, il direttore del reparto di Malattie Infettive dell’Ospedale Sacco di Milano ha espresso il suo punto di vista sul tema molto dibattuto dei vaccini.

Massimo Galli ha rilasciato una lunga intervista a Il Mattino, dove non ha lasciato trapelare alcun dubbio a riguardo: “Sono del tutto favorevole all’obbligo vaccinale di fronte alle mistificazioni che si vedono, si sentono e si leggono sulla pandemia, diffuse a piene mani dai No Vax”.

Covid Massimo Galli obbligo vaccino favorevole

“La priorità di chiunque abbia sotto controllo la vita e la nostra salute – secondo Galli – è intensificare senza se e senza ma la campagna vaccinale. I numeri, i fatti, ci dicono che il vaccino è un freno efficace per evitare di schiantarci”.


Covid Massimo Galli obbligo vaccino favorevole

“Questa è la strada che sta riducendo a un ventesimo i decessi e gli esiti infausti di una malattia che, lasciata correre, provocherebbe ancora un’ecatombe”. Difficoltà di applicare l’obbligo, ma per Galli la soluzione ci sarebbe: “Servirebbe un approfondimento di indagine da parte della politica per far applicare la norma”. Lockdown per i non vaccinati? Anche Massimo Galli ha affrontato l’argomento.

Covid Massimo Galli obbligo vaccino favorevole
Covid Massimo Galli obbligo vaccino favorevole

“L’Austria controlla una popolazione di 9 milioni di persone, l’Italia ne conta 60 milioni. In realtà, se diventasse uno strumento legittimo per la grande maggioranza del Paese e la maggioranza disciplinatamente vaccinata lo richiedesse, si potrebbe legittimamente applicare questo sistema più rigido. Chi si è vaccinato poco e male in tutta Europa oggi paga dazio. Non possiamo permettere che ci accada anche in Italia”.

Pubblicato il alle ore 12:21 Ultima modifica il alle ore 12:21 Tag