“L’estate 2021 sarà molto diversa”. Covid, la previsione di Andrea Crisanti: “C’è solo una speranza”

L’emergenza coronavirus si spera possa diminuire e permettere così di vivere una stagione estiva tranquilla, come accaduto l’anno scorso. Sono tanti gli esperti che si stanno dividendo su questo tema, infatti c’è chi è molto positivo visto che con l’incremento della campagna di vaccinazione la situazione potrebbe diventare serena e c’è chi è invece più scettico e teme che l’estate possa essere differente. In queste ore è intervenuto sull’argomento uno dei massimi esponenti, Andrea Crisanti.

Le parole del direttore del Laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’azienda ospedaliera di Padova sono molto eloquenti e non lasciano spazio a interpretazioni. I suoi sono timori molto concreti, infatti stando alle sue previsioni anche a maggio avremo dei numeri epidemiologici preoccupanti. Secondo la sua opinione, tra due mesi avremo ancora 7-8 mila contagi giornalieri, un dato da considerare troppo alto. E dunque il tutto potrebbe poi ripercuotersi sull’imminente estate. (Continua dopo la foto)


Andrea Crisanti ha rilasciato un’intervista al sito ‘Fanpage’ e sta facendo preoccupare non poco milioni di italiani, che speravano in una stagione estiva migliore: “Difficilmente avremo un’estate come quella del 2020, quando dopo il lockdown abbiamo riaperto con pochi casi Covid. Probabilmente quest’anno arriveremo ad inizio maggio con almeno 7-8 mila contagi al giorno, che sono ancora tantissimi. Il numero di morti giornalieri è ancora troppo alto, la salvezza è il vaccino”. (Continua dopo la foto)

Andrea Crisanti ha ancora aggiunto: “Arrivare al numero di vaccinazioni del Regno Unito non è una cosa che si improvvisa, loro sono fondamentalmente molto più organizzati. L’Inghilterra è diversa da noi anche come popolo, di fronte alle difficoltà agisce come una sola persona, tendono ad unirsi invece di dividersi”. Quindi per l’esperto in materia l’estate che abbiamo di fronte non sarà semplice da affrontare, nonostante gli italiani aspettino con ansia la fine delle restrizioni. (Continua dopo la foto)

A proposito dell’estate 2021, Matteo Bassetti ha affermato: “Utopia pensare a una normalità per l’estate”, Massimo Galli: “Per me è ancora presto per parlarne, ma sono ottimista”, Maria Rita Gismondo: “Stiamo andando incontro alla bella stagione che, come sappiamo, comporta un naturale decremento dei virus respiratori. Ho grande fiducia nei vaccini, a patto che la campagna di vaccinazione sia ancora più spedita”.

“Multato!”. Federico Fashion Style, nuova ‘mazzata’: intervento delle forze dell’ordine dopo quello che è successo