Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Coronavirus Italia, “possibile proroga della chiusura delle scuole oltre il 15 marzo”

  • Italia

Attività didattiche nelle scuole e negli atenei italiani sospesi da oggi, giovedì 5 marzo, fino alla fine del mese. Questa è una delle misure adottate nel decreto del governo per contenere l’emergenza Coronavirus in Italia firmato dal premier Giuseppe Conte nella giornata di ieri.

Misure “che vanno nella direzione di contenimento della circolazione del virus”, ha dichiarato il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro che fa parte del comitato tecnico-scientifico consultato dall’esecutivo prima di dare il via libera al Dpcm e ha voluto parlare pubblicamente nella sede della protezione civile all’indomani del decreto firmato da Conte per bloccare didattica in tutta Italia fino al 15 marzo. Come riporta il Corriere della Sera, ha parlato anche Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità – Css. (Continua dopo la foto)


“La chiusura delle scuole è un sacrificio che serve e va fatto perché la partita riguarda tutti i cittadini, ha aggiunto Locatelli per poi chiarire che “il documento che abbiamo mandato al governo non aveva indicazioni sulla durata di chiusura della scuola. Quanto è stato deciso dal consiglio dei ministri, comunque, non è distante dalle indicazioni che avevamo dato per limitare il contagio”. (Continua dopo la foto)

Dunque “potrebbe esserci una proroga sullo stop alle lezioni”, ha sottolineato il presidente del Css. Anche se, ha proseguito, “ci si muove in un quadro epidemiologico ed infettivologico totalmente nuovi” e quindi “non ci sono evidenze scientifiche in termini di contenimento del virus derivanti dalla chiusura della scuola e sui tempi scelti”. (Continua dopo le foto)

{loadposition intext}
Locatelli, comunque, non esclude un nuovo stop della didattica: “Potrebbe esserci una proroga sulla chiusura delle scuole. Al momento abbiamo portato al governo gli elementi di incertezza sulla durata e sull’efficacia e si è scelto di sospendere fino al 15 marzo con possibilità di rimodulare a seconda dello scenario”. “Bisogna contenere il contagio anche per il sistema sanitario nazionale che ha comunque mostrato una resilienza eccezionale. Questo è il momento di restare uniti e coesi, ma distanti”, ha concluso.

Coronavirus, quanto durerà l’emergenza in Italia? Gli esperti: “Ecco quando lo sapremo”

-->

Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004