Covid Ristoranti Zona Bianca

Ristoranti, il governo ha deciso. Le nuove regole sui limiti di persone all’aperto e al chiuso

La decisione del governo era attesa da qualche giorno e adesso, stando a quanto anticipato dall’agenzia giornalistica Ansa, una delle regole del coronavirus è stata modificata. Stiamo parlando del tetto massimo di persone che possono sedersi ad un tavolo in un ristorante. Finora ci si poteva sedere solamente in 4, dopodiché era vietato far accomodare assieme altri clienti. A spingere su questa variazione ci avevano pensato le regioni, le quali chiedevano all’esecutivo Draghi un pronto intervento.

A proposito della pandemia da coronavirus, qualche giorno fa è intervenuto il virologo Fabrizio Pregliasco: “’uso della mascherina in Italia deve rimanere anche per vaccinati. Al momento ci saranno 5/600mila persone contagiate, c’è quindi ancora il rischio di inciampare in persone contagiose”. Per Pregliasco, con un 20 percento in più di popolazione vaccinata potremo permetterci di dare l’ok a non usare la mascherina all’aperto. Ma andiamo a vedere adesso la novità sui ristoranti.

Coronavirus Limite Massimo Ristoranti

Per quanto riguarda questa norma per limitare la diffusione del coronavirus, sarebbe stata accettata la proposta della Conferenza delle Regioni e delle province autonome di eliminare il limite di persone all’aperto e di aumentare ad 8 il numero di clienti che potranno sedersi al tavolo dentro un ristorante. Poi decadrà tra due settimane e non ci saranno limiti. Questo regolamento varrà per tutti quei territori che si trovano in zona bianca. Ma si è già al lavoro per un cambio regole anche nelle regioni che saranno in futuro ancora gialli.


Ristoranti Limite Massimo Zona bianca Covid

Il numero uno della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, ha fatto sapere: “Stiamo cercando di far abolire i limiti all’aperto anche per le zone gialle”. Per quanto concerne quelle bianche, nei ristoranti al chiuso potranno sedersi massimo due nuclei familiari. Resta da comprendere se questa decisione si tradurrà in una specifica ordinanza. Non resta che aspettare dichiarazioni ufficiali da parte di esponenti del governo per conoscere ufficialmente il da farsi per i prossimi giorni.

Ricordiamo che in zona bianca ci sono al momento Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna. Per quanto riguarda le altre regioni e province autonome, bisognerà dunque attendere ancora un po’. Stanno rimanendo tutte in zona gialla, ma fortunatamente non si è registrato alcun peggioramento del coronavirus e quindi nessuna regione è tornata nella classificazione arancione. Decisive saranno le prossime cabine di regia. Non resta che aspettare.