Coronavirus, superati i 30mila morti. Cala il numero dei nuovi positivi

Superati i trentamila i morti in Italia dall’inizio dell’emergenza Coronavirus. È quanto emerge dai dati forniti dalla Protezione Civile nel bollettino giornaliero delle ore 18. All’8 maggio i decessi sono in tutto 30.201: di questi, 243 sono avvenuti nelle ultime 24 ore. Si registrano però 2.747 guariti in più rispetto a ieri, per un totale di 99.023, e continua a calare anche il numero delle persone attualmente positive (in tutto 87.961, -1.663).

I ricoverati con sintomi scendono sotto i 15mila: al momento sono 14.636, in calo di 538 unità nelle ultime 24 ore. I pazienti in terapia intensiva sono 1.168 (-143), mentre in isolamento domiciliare si trovano 72.157 persone. I casi totali dall’inizio dell’emergenza sono 217.185 (+1.327). In tutto sono stati eseguiti 2.445.063 tamponi, i casi testati sono 1.608.985. (Continua a leggere dopo la foto)


Il 20,4% dei casi di Covid-19 diagnosticati in Italia è asintomatico, il 15% paucisintomatico, il 33% lieve, il 16,9% severo e il 3,1% critico. E’ quanto emerge dall’ultimo report dell’Istituto superiore di sanità presentato oggi a Roma. “Stiamo andando verso un numero di casi segnalati molto basso in tutte le Regioni”, ha affermato Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di sanità (Iss), durante la conferenza stampa confermando tuttavia una variabilità tra Regioni: “Ce ne sono alcune con un livello di circolazione ancora significativo, altre dove la circolazione è intermedia, altre dove è bassa”. E affermando che “attualmente a livello nazionale l’indice di contagiosità R0 è fra 0,5 e 0,7”. (Continua a leggere dopo la foto)

Saldi estivi – La Conferenza delle Regioni, presieduta da Stefano Bonaccini governatore dell’Emilia-Romagna, ha stabilito di posticipare i saldi estivi all’1 agosto 2020. “La decisione – spiega una nota – nasce da una sollecitazione degli assessori alle attività produttive ed è motivata dalle necessità derivanti dalla gestione dell’emergenza epidemiologica da coronavirus e dalle conseguenti misure”. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

Il presidente Bonaccini ha poi scritto a tutti i presidenti delle Regioni e delle Province autonome invitandoli a “dare seguito alla suddetta decisione, per una omogenea applicazione della stessa su tutto il territorio nazionale”.
 

Musica in lutto: Ibrahim Gokcek è morto dopo aver combattuto la sua battaglia più importante