Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Muore davanti al figlio durante una partita di calcetto, una comunità sotto choc

  • Italia

Si è sentito male e si è accasciato al suolo durante una partita di calcetto. È stato subito soccorso dai compagni che hanno allertato il 118. L’ambulanza è arrivata in pochi istanti, il personale sanitario ha cercato in tutti in modi di rianimare il cinquantenne. Ma nonostante le manovre, durate oltre 20 minuti, non c’è stato nulla da fare, il cinquantenne non si è ripreso ed è stata dichiarata la morte. L’intera comunità di San Floriano del Collio è sotto choc per la morte di Aleksij Soban, 50 anni.

Era andato a giocare a calcetto nella palestra della scuola gestita dalla AR. Fincantieri ed è morto davanti al figlio. L’uomo, Aleksij Soban, era arrivato nella città dei cantieri con suo figlio, assieme ad altre persone, per giocare una partita di calcetto a cinque tra amici nella palestra della Duca d’Aosta, gestita dall’associazione sportiva della Fincantieri. Durante la partita l’uomo si è sentito male e si è accasciato al suolo.

Aleksij Soban morto malore davanti figlio


Aleksij Soban morto davanti al figlio per un malore

La comunità di San Floriano del Collio non riesce a credere alla scomparsa di Aleksij Soban. Il prossimo 23 agosto avrebbe compiuto 51 anni. Lo scorso anno per la festa dei cinquanta anni aveva organizzato una grande festa in cui aveva riunito familiari, parenti e amici. Era uomo dalla vitalità contagiosa, il sorriso capace di entrare in sintonia con chiunque. Ecco il motivo per cui ancora nessuno crede a quanto accaduto in quel campo di calcetto. Nonostante sia stato immediatamente soccorso per lui non c’è stato nulla a fare: non si è più ripreso ed è stata dichiarata la morte.

118 soccorsi

Nelle ultime ore un altro uomo è morto a causa di un malore. Si tratta di Nunzio Ganci, il suo cuore ha smesso di battere mentre faceva ciò che amava di più: correre. “Sono sconvolto – dice un amico -. Una notizia terribile. Non ho parole”. Negli scorsi mesi Ganci aveva perso il padre, Tommaso, tra i pionieri del running a Palermo: insieme condividevano la grande passione per la corsa. Nunzio Ganci era anche il proprietario del ristorante pizzeria La Posada di via Amari.

san floriano del collio
118 soccorsi

La tragedia si è verificata questa mattina poco dopo le 9 mentre correva, negli spazi di Case Rocca, in viale del Fante nella zona della Favorita. A quanto si apprende Nunzio Ganci si sarebbe sentito male sotto gli occhi di altre decine di persone. Immediatamente sono arrivati i soccorsi che, arrivati sul posto, non hanno potuto far altro che constatare la morte dell’uomo. La notizia ha fatto immediatamente il giro della città.

Carlo, chef 34enne trovato senza vita da un passante. Non si esclude l’ipotesi peggiore