Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
albertino esposti aggredito cinghiale

“Terribile”. Albertino, gamba e braccio amputati. Choc nel giardino di casa: l’agghiacciante scena davanti al figlio

  • Italia

Choc nel cortile di casa. Si chiama Albertino Esposti il 92enne aggredito da un cinghiale. L’anziano uomo si trovava a San Giovanni del Dosso, in una corte agricola dell’abitazione di via Guantara, al confine con il comune di Concordia, in provincia di Modena, quando all’improvviso avrebbe subito l’aggressione che ha richiesto l’immediato trasporto in ospedale.

Albertino Esposti aggredito da un cinghiale. In un primo momento, il 92enne aveva sentito abbaiare il cane. Insospettito che stesse accadendo qualcosa, Albertino si è avvicinato quando si è poi reso conto di avere davanti a sé un cinghiale. La notizia viene riportata e diffuso su Il Corriere della Sera.

Leggi anche: “Ma cosa dici”. Scoppia il caso nello studio di Simona Branchetti: “Lei è rimasta ferita”

Albertino Esposti aggredito da un cinghiale


Albertino Esposti aggredito da un cinghiale: “Mio padre è in fin di vita”

Purtroppo per Albertino era troppo tardi, l’uomo non è riuscito a darsi alla fuga e il cinghiale lo ha preso a morsi lasciandolo per terra. Sarebbe poi stato il figlio Ivano, di ritorno verso casa, ad accorgersi di tutto. Il figlio dell’uomo ha visto il padre nel tentativo di divincolarsi dalla ferocia dell’animale, ma il cinghiale non ha mai mollato la presa, fino a quando non ha iniziato ad allontanarsi dall’uomo fuggendo verso la campagna aperta.

Albertino Esposti aggredito da un cinghiale

“Mio padre è in fin di vita, non mi sento di dire altro”, sono le parole del figlio di Albertino Esposti che al momento si trova ancora ricoverato presso la struttura ospedaliera di Cremona in terapia intensiva. L’uomo è costantemente monitorato dal personale medico e le sue condizioni al momento sembrano stabili, purtroppo però l’uomo è stato sottoposto a due operazioni , l’amputazione del braccio destro e di parte della gamba sinistra.

Albertino Esposti aggredito da un cinghiale

Alla luce dell’evento, Coldiretti Mantova ha chiesto interventi urgenti: “Quanto avvenuto a San Giovanni del Dosso ci addolora sul piano umano e conferma che i timori più volte denunciati da Coldiretti, protagonista di una mobilitazione in tutte le regioni d’Italia nel luglio dello scorso anno, sono purtroppo reali – ha dichiarato Paolo Carra, presidente di Coldiretti Mantova – l’attacco nel Mantovano è purtroppo un campanello d’allarme che non può essere sottovalutato: gli agricoltori di Coldiretti sono disponibili a sostenere soluzioni operative di contenimento degli ungulati. Servono interventi urgenti”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004