Nuovo Dpcm, ecco le 13 regioni verso la stretta. Grande sorpresa su una in particolare

Nella mattinata del 2 novembre Giuseppe Conte ha fatto alcune comunicazioni alla Camera dei Deputati, in vista del nuovo Dpcm che sarà approvato e firmato nelle prossime ore. Il presidente del Consiglio ha annunciato che saranno prese alcune decisioni a livello territoriale, quindi differenziate, in base alla gravità della situazione. Le regioni che avranno maggiori fattori di rischio dovranno sopportare provvedimenti più duri. Ed ecco che è stata redatta una classifica in tal senso.

Ci saranno quindi tre fasce di rischio in base al valore Rt, ovvero l’indice di trasmissibilità del coronavirus. Allo stato attuale sono ben 13 le regioni che hanno l’Rt più alto e sono: Piemonte, Lombardia, Calabria, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Molise, Puglia, Umbria, Valle d’Aosta e le province autonome di Bolzano e Trento. Tutti questi territori regionali hanno l’indice sopra 1,5. Resta al di fuori la Campania, che dunque non risulta essere tra le più colpite. (Continua dopo la foto)


Stando a quanto riferiscono i dati diramati dall’Istituto superiore di sanità, il Piemonte e la Lombardia sono sopra 2 e hanno raggiunto rispettivamente l’Rt a 2,16 e 2,09. Al di sopra dell’Rt a 1,5 abbiamo la provincia di Bolzano (1,96); la Valle d’Aosta (1,89); il Molise (1,86); l’Umbria (1,67); la Calabria e l’Emilia-Romagna (entrambe a 1,66); la Puglia (1,65); la Liguria (1,54); il Lazio (1,51); la provincia di Trento e il Friuli Venezia Giulia (entrambe a 1,5). Ecco i valori delle altre. (Continua dopo la foto)

Al di sotto dell’1,5 ci sono 8 regioni. Questi i dettagli: la Campania è a 1,49; le Marche a 1,48; il Veneto a 1,46; la Sicilia a 1,42; la Toscana a 1,41; l’Abruzzo a 1,4; la Sardegna a 1,12 e la Basilicata a 1,04. Osservando questi dati saranno quindi prese tutte le decisioni del caso, nella speranza che la curva epidemiologica possa arrestarsi il prima possibile ed evitare così gravi problematiche al sistema sanitario italiano. Sono attesi ulteriori sviluppi governativi a stretto giro di posta. (Continua dopo la foto)

Questi alcuni dei passaggi di Conte alla Camera: “Saranno interventi mirati a seconda dei rischi nei vari territori. Stop agli spostamenti verso le regioni in emergenza, limite nazionale di spostamento in orario serale, didattica a distanza, trasporti pubblici con capienza limitata al 50 per cento. Misure restrittive differenziate a seconda dei livelli di contagi nei territori”.

Coronavirus, Conte annuncia nuove misure: “Coprifuoco e Italia divisa in 3 aree”