“Ho paura che muoia”. Orietta Berti, una angoscia devastante. Cosa sta succedendo

Orietta Berti, il matrimonio con Osvaldo ma anche la paura più grande. La cantante ha rivelato ancora qualche dettaglio sulla lunga storia d’amore con l’ex pilota ora manager Osvaldo Paterlini. Durante la lunga intervistata rlasciata al Corriere della Sera, Orietta Berti ha confessato anche un pensiero fisso di cui non riesce a liberarsi. Perchè un grande amore va incontro anche a una grande paura.

Insieme dal 1967 quando decidono di convolare a nozze e rendere il loro amore ancora più consolidato. Inseparabili e affiatati, complici e innamorati: una lunga storia d’amore che è riuscita sempre a superare ogni avversità. E pensare che fu proprio Orietta Berti a Fare il primo passo. Lo ha raccontato così la cantante in persona.

Orietta Berti marito Osvaldo racconto pensiero fisso

Il primo incontro è stato raccontato per filo e per segno nella biografia Tra bandiere rosse e acquasantiere. Impossibile dimenticare il primo sguardo e il primo dialogo avuto con l’uomo di una vita intera: “Lo invitai a casa mia per prendere un caffè, ma lui mi rispose non mi piace il caffè, non lo bevo. Il mio è al cioccolato”.


Orietta Berti marito Osvaldo racconto pensiero fisso

Poi l’amore che da quel cioccolato sciolto nel caffè non ha mai arrestato la sua corsa. E la cantante dopo anni ha ammesso di recente per Il Corriere: “Il pensiero è chi va via prima: io o Osvaldo? Questo è il pensiero fisso che viene a una certa età”. E a proposito di tempo che passa, Orietta Berti ha rivelato qualcosa in merito a una proposta lavorativa a cui ha rinunciato.

Orietta Berti marito Osvaldo racconto pensiero fisso
Orietta Berti marito Osvaldo racconto pensiero fisso

Posare nuda per Playboy e Playmen? Questa la risposta della cantante: “Mi offrirono cifre da capogiro: ma chi le avrebbe sentite poi mia madre e mia suocera”. Poi una riflessione in seguito al presunto biglietto di addio di Luigi Tenco: “È un episodio che ha segnato me personalmente e la mia carriera. C’è stato un periodo in cui nell’ambiente mi schivavano tutti”, e ancora: “Per quella storia sono stata messa nell’angolo. Sono sempre stata tartassata, i giornali non scrivevano una riga su di me: eppure vendevo un sacco di dischi, eppure le mie canzoni sono state fatte in tutte le lingue, da gruppi famosi in tutta Europa”.