“Si salutano con il c**o”. Sanremo, delirio Maneskin: frase contro Amadeus e Fiorello. Poi la spiegazione

Niente plagio dei Maneskin a Sanremo 2021. Da quando ieri sera i Maneskin hanno cantato sul palco del Teatro Ariston ‘Zitti e Buoni’ sui social è iniziato un tam tam di insinuazioni su una somiglianza ‘sospetta’ con il brano ‘F.D.T.’ pubblicato nel 2015 da Anthony Laszlo. Ma la casa discografica dei Maneskin, la Sony Music, ha reso nota una perizia che esclude ogni tipo di plagio. Mentre l’organizzazione del festival, attraverso il vicedirettore di Rai1 Claudio Fasulo ha fatto sapere di non aver ricevuto nessuna segnalazione ufficiale sulla vicenda.

“Non solo – si legge in un comunicato diffuso dall’ufficio stampa della band – non vi è presenza di plagio melodico sulla linea vocale (quello principalmente viene tutelato dalle attuali leggi in vigore) ma non vi è neppure un plagio strumentale sulla stessa struttura armonica come si evince da perizia tecnica di Sony”. (Continua a leggere dopo la foto)


Intanto hanno fatto discutere i tweet comparsi sul profilo ufficiale della band. Prima l’attacco alla giuria demoscopica “composta da un campione di 300 persone, abituali fruitori di musica che per una volta nella vita avranno il potere assoluto sui concorrenti di Sanremo, che je possino”. Successivamente un commento hot: “Quindi ieri sera parlavano di culo, stasera si salutano con il culo. Domani?”. Una considerazione sulla trovata dei palloncini in platea: “Quei palloncini a forma di spettatore possono essere utili: chi riesce a farli esplodere durante l’esibizione vince Sanremo. Amadeus presto fai modificare il regolamento”. (Continua a leggere dopo la foto)

Ce n’è anche per Fiorello e Amadeus: “I palloncini dovevamo scoppiarli con un acuto di Damiano stai fermo con quelle manacce ma porca miseria vai un po’ a elencare i nomi delle dita dei piedi”; “Ma Amadeus si chiama Amadeus come Mozart, perché è una specie di dedica? Ne sa di musica classica?”. Anche Laura Pausini reduce dalla vittoria ai Golden Globe con la canzone “Io Sì/Seen” è stata presa di mira dall’account dei Maneskin: “A babbo di Laura Pausini: – recita il Tweet – ma restituisci i premi a tua figlia e comprati dei soprammobili come tutte le persone normali”. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

In molti hanno pensato a un attacco hacker, ma la verità era un’altra ed è stato il social media manager a spiegarla: “Buonasera – è il cinguettio di spiegazione – come sapete i Maneskin sono impegnati a Sanremo2021. Nel frattempo hanno affidato questo profilo Twitter a Dio (seguito da quasi 900mila follower o ‘fedeli’ di Twitter) che ricambierà il loro gesto di buona fede combinando grandi casini, come da tradizione rock. Su, al lavoro”.

 

“Un altro positivo al Covid”. Sanremo 2021, a poco dalla terza serata del festival la notizia che gela Amadeus