Ignazio Moser bagagli persi isola

“Ma non è possibile!”. Ignazio Moser, brutta disavventura sul volo di ritorno in Italia

Brutta disavventura per i concorrenti de L’Isola dei Famosi 2021 al rientro in Italia. In particolare per Ignazio Moser, entrato a far parte del gioco a poco più di un mese dalla finale, e quasi uscito vittorioso. Ora però, il giovanissimo fidanzato di Cecilia Rodriguez, ha una bella gatta da pelare. La finale, lo sappiamo benissimo, è andata in onda Lunedì 7 Giugno. Eppure, soltanto nelle scorse ore, i finalisti sono riusciti a prendere il volo per ritornare nel nostro paese.

Non tutto è andato però è andato liscio. Ancora prima di salire sull’aereo che li portasse a Milano, Ignazio Moser e company sono stati protagonisti di un brutto inconveniente. Non sappiamo cosa sia esattamente successo, fatto sta che, pochi istanti prima di prendere l’aereo che li portava direttamente in Italia, c’è stato il serio rischio che Ignazio Moser e company perdessero il volo.

Ignazio Moser bagagli persi isola

È proprio questo il motivo che della corsa folle che i protagonisti de L’isola dei famosi hanno fatto in aeroporto nelle scorse ore. Ma non solo, perché Ignazio Moser aracconta tutto ai follower in una serie di stories su Instagram, poco dopo il suo arrivo a Milano: “Ragazzi qualcosa doveva andare storto, questa Isola non finisce mai… I bagagli sono rimasti a Parigi. Non è tutto”.


E ancora: “Oltre ai bagagli persi, ho dimenticato il portafogli in aereo. Grande conclusione di quest’Isola, sempre il solito”. Awed commenta ironico: “Allora sei un disastro”. Ignazio Moser è riuscito, in un vero e proprio batter baleno, a dimostrare le sue doti. Sempre pronto a mettersi in gioco e, soprattutto, disposto a superare tutte le prove proposte, l’ex ciclista si è mostrato come un naufrago “doc”.

È vero, si è classificato al quarto posto. Ora non ci resta che scoprire cosa il mondo della televisione ha da offrire a questo bravo e talentuoso ragazzo, uno di quelli che non ha timore di mettersi in gioco di fronte alle telecamere. Bravo, Ignazio!