“Aiutatemi!”. Guendalina Tavassi nel panico, hackerato il telefono: “Filmati spinti con il marito”

Guendalina Tavassi, il racconto lascia senza parole. Un vicenda ha segnato da vicino la vita privata dell’ex gieffina e del marito. Un episodio increscioso di cui tutti, Vip o meno, si trovano a dover affrontare con rammarico. Lo ha reso noto a tutti in seguito alla pubblicazione di alcune stories su Instagram, dove denuncia l’accaduto. Guendalina Tavassi non può chiudere un occhio sulla vicenda.

Un annuncio ma anche un appello che la Tavassi rivolge al suo numerosissimo pubblico di fan. La vicenda ha segnato la sua vita personale come mai prima di adesso e l’ex gieffina, con volto amareggiato, lo comunica così attraverso il profilo social, canale immediato attraverso cui poter parlare a chiare lettere: “Aiutatemi ragazzi vi prego, sono cose che possono capitare a chiunque, ma innanzitutto è un reato, ma sono cose personali”. (Continua a leggere dopo la foto).


Ma cosa è accaduto nello specifio? Lo apprendiamo dalle sue stesse parole. Guendalina Tavassi ha affermato che qualcuno ha letteralmente hackerato il suo telefono. Come accade nella vita di ognuno, ormai i cellulari conservano foto o video di momenti molto intimi e questo è il caso della romana, che sottolinea l’intimità dei video girati insieme a suo marito. E la romana non può che chiedere un aiuto anche da parte dei suoi follower. (Continua a leggere dopo la foto).

Questo il messaggio integrale del suo appello: “Chiunque abbia divulgato questi video, verrà denunciato e anche su whatsapp sappiate che sta vedendo un filmato che è una violazione guardarlo, anche solo tenerlo nel telefono. Mi vedete sempre forte, sempre solare e sorridente, ma purtroppo queste cose toccando anche me, perché purtroppo sono una mamma, anche io faccio sempre la cretina, rido e scherzo, ma queste cose sono gravi”. (Continua a leggere dopo le foto).

“Dunque con tono alquanto amareggiato, la Tavassi chiede espressamente che qualcuno possa darle una mano sulla questione: “Ragazzi aiutatemi vi prego, chiunque sta facendo circolare quei video è stato denunciato”. La denuncia è stata esposta anche in forma cartecea:  “Questo è un reato, mi hanno hackerato il telefono, erano delle cose personali, dei video, sono cose che ognuno di noi può fare quello che vuole, tutti noi abbiamo delle immagini simili sul telefono. Ma ho dovuto denunciare, perché io sono una mamma, è una cosa orribile” , e lo ha affermato in lacrime.

“Serve tanta forza”. Lillo Petrolo e il Covid, il messaggio dal comico a due settimane dalla notizia della positività