“Dovrò usarlo tutti i giorni”. Gianni Morandi, il recupero dopo l’incidente è ancora lungo: lui racconta tutto

Gianni Morandi prosegue la riabilitazione dopo l’incidente di cui è stato vittima. Come hanno raccontato dal suo entourage, stava bruciando delle sterpaglie in giardino quando è scivolato, si è aggrappato e ha subito un’ustione. Si è molto spaventato e lo hanno portato a Bologna dopo l’intervento del 118. Poi è stato trasferito a Cesena in un centro specializzato nelle ustioni. Al Quotidiano Nazionale Gianni Morandi ha raccontato la dinamica dell’incidente nel quale è rimasto coinvolto.

“Sono caduto dentro una buca con le fiamme intorno, qualcuno mi ha guardato dal cielo”, ha spiegato Gianni che confessa come sarebbe potuta andare molto peggio. “Col passare dei giorni mi spavento sempre di più. Perché mi rendo conto del rischio che ho corso e di quanto sono stato fortunato. Prima di tutto, ho salvato la vita. Perché quando tu cadi dentro a una buca così, mentre spingi dentro un tronco che pensi faccia resistenza, e ti trovi in mezzo alle braci, con le fiamme intorno, è una cosa tremenda”.


Il cantante di Monghidoro (76 anni) si sta lentamente riprendendo dall’incidente ed è cosciente che si tratta di un percorso lungo e faticoso. Ma allo stesso modo non si perde d’animo e vuole rassicurare i tantissimi follower che in questo periodo gli sono stati vicino. “A piccoli passi sto tornando a una vita normale – dice l’artista -. Mi aiuta Anna, mia moglie, mi aiutano le giornate primaverili, la natura, la musica e la consapevolezza di aver avuto un grave incidente ma di averla scampata bella, ho rischiato conseguenze ben più gravi ma qualcuno dal cielo mi ha messo una mano sulla testa. Mi ritengo veramente fortunato”.

Sempre sui social ha mostrato un’altra foto della sua convalescenza. Gli è stato applicato uno speciale tutore palmare, realizzato su misura, per evitare che possa compromettersi il recupero della mano destra. Morandi spiega su Facebook come funziona il tutore palmare che Nicola, tecnico ortopedico, ha preparato per lui. “Dovrò metterlo specialmente la notte, per mantenere le dita dritte e stese ed evitare che, con la pelle nuova che si riforma, si accartoccino e si richiudano su loro stesse – spiega il cantante -. Nicola mi ha preparato questo tutore su misura. Il resto lo fa la fisioterapia…”.

La convalescenza di Gianni Morandi, quindi, dovrà proseguire ancora per molto. Dopo il grande spavento per le ustioni alle mani, in particolar modo quella destra, il cantante era stato ricoverato per quasi un mese in ospedale. In tanti, tra amici e fan, continuano a sostenerlo a distanza e Gianni Morandi, come sempre, risponde con gentilezza ed autoironia ai tanti commenti.

“Siamo andati troppo oltre”. Uomini e Donne, Maria De Filippi non si nasconde. Parla del cavaliere e lo fa davanti a tutti