Disperazione individuale e follia collettiva: si impicca su Skype mentre tutti lo incitano

Una storia di quelle che spesso porta critiche al web, accusandolo di creare una realtà parallela, in cui la vita e i fatti reali vengono talvolta affrontati in maniera diversa. In Russia un giovane operaio ha preannunciato sul web con un paio d’ore di anticipo che si sarebbe tolto la vita. Non solo: ha anche invitato gli utenti ad assistere al macabro evento. Ma nessuno di loro è intervenuto per dissuaderlo o per chiamare i soccorsi. Anzi, secondo la testata russa Komsomolskaya Pravda, tutti – tranne uno – lo hanno incitato a iniziare il suo ultimo atto da vivo. Il 26enne Serghiei Kirillov – questo il nome del suicida – ha raccolto gli “spettatori” del suo gesto su un forum anonimo della Rete e ha motivato in questo modo la decisione di farla finita: «Sono padre di un figlio di tre anni, mia moglie mi ha abbandonato, ho problemi con i miei familiari, non vedo il senso di continuare a vivere». Nelle due ore tra l’annuncio e il gesto Serghei ha chattato con gli utenti, che lo hanno sollecitato ad attuare la sua decisione, suggerendogli anche come organizzare meglio la trasmissione e cioè usando Skype. Solo uno dei (virtualmente) presenti ha chiesto a Serghei di desistere, ma è stato fatto oggetto di critiche dagli altri che gli dicevano di «non fermarlo», «che faccia quello che vuole», «quando inizia questo show?». Al momento stabilito è Serghei è apparso su Skype con un bicchiere di vodka in mano, lo ha bevuto mentre sistemava la telecamera su una sedia dietro di lui e poi si è impiccato. La scena è stata seguita da alcune decine di spettatori. E c’è chi ha speculato sulla disperazione del suicida e sulla follia di chi lo ha incitato: i moderatori del forum anonimo hanno diffuso la registrazione del suicidio per attirare più utenti.