chiara ferragni cagnolina matilda

“È guarita”. Chiara Ferragni, l’annuncio su Matilda: “Eravamo preoccupati per il cervello”

Soltanto chi ha avuto una bestiolina da curare sa quanto amore è necessario e quanto se ne riceve. Generalmente il rapporto è direttamente proporzionale. C’è una sorta di regola fissa. Più amore e cure dai, ancor più ne riceverai. Chi scrive, fino a qualche anno fa considerava dei perfetti idioti tutti quei signorotti e signorine che infagottavano, ad esempio, il proprio cagnolino. O la propria cagnolina.

Poi in casa sono arrivate, portate da un canile, due trovatelle, entrambe senza genitori, senza aiuto, senza nulla se non una grande paura di quel brutto mondo là fuori. E il mondo, la vita, io stesso, siamo cambiati. In meglio? In peggio? Non importa. Il cambiamento non è mai né buono né cattivo. In qualche caso è necessario. Ma, comunque, ora ho scoperto che forse ‘ l’idiota ‘ ero io…

chiara ferragni cagnolina matilda

Ne sa qualcosa Chiara Ferragni che con la sua cagnolina Matilda sta facendo preoccupare tutti. Proprio nelle ultime ore la regina delle influencer italiane ha dichiarato: “Eravamo molto preoccupati che il suo tumore al cervello potesse essere ricomparso perché durante il fine settimana ha avuto delle convulsioni”.


chiara ferragni cagnolina matilda

Chiara Ferragni ha portato, presumibilmente con un gran peso sul cuore, la sua adorata cagnolina matilda dal veterinario per verificare le sue condizioni. Fortunatamente è tutto apposto: “Sempre più forte, mia dolce dolce Matilda”. E tutti possono tirare un lungo, sognato e adorato sospiro di sollievo. Naturalmente tutto ciò è potuto accadere grazie non solo all’attenzione e apprensione della padroncina per la cagnetta, ma anche grazie alla professionalità del suo veterinario di fiducia.

E Chiara Ferragni ha voluto ringraziarlo personalmente: “Voglio ringraziare Federico Massari – questo il nome del veterinario specializzato in bulldog – per essere il miglior veterinario di tutti i tempi e la dottoressa Carla Rohrer di Zurigo per averle salvato la vita un anno e mezzo fa grazie alla radioterapia”. Dunque, ogni tanto, un bel lieto fine. E la vita va avanti. Fiuuu!