Chiara Ferragni come è cambiata

“Truzza e tamarra”. Anni fa Chiara Ferragni si faceva chiamare Diavoletta87 ed era così

Imprenditrice, fashion blogger, una delle influencer più seguite al mondo. Chiara Ferragni ha mosso i primi passi nel web con The Blonde Salad, il suo storico blog, agli albori un semplice sito dedicato alla moda, oggi diventato punto di riferimento nel settore fashion che negli anni ha portato Chiara Ferragni a collaborare con i più noti e prestigiosi brand consacrandola influencer e fashion blogger per eccellenza.

Nel 2016 Forbes l’ha inserita nella lista “30 Under 30 Europe: The Arts” e quest’anno l’ha definita l’influencer di moda più importante al mondo. Nel 2015 è stata anche oggetto di studio della Harvard Business School e nel corso di questi anni ha prestato il suo volto a tantissime aziende, case di moda e ha creato un suo brand con tanto di linea dedicata ai più piccoli.

chiara ferragni come era

Con l’acquisto nel 2021 del 45% delle quote della società da lei fondata nel 2009 è diventata titolare del 100% del capitale sociale della Tbs Crew, azienda che opera anche come come talent agency e consulente di digital marketing strategy. Una storia di successo e una vita da sogno.


chiara ferragni come era

Chiara Ferragni è anche mamma di Leone e Vittoria e moglie del cantante Fedez e la coppia ha un seguito impressionate sui social, dove pubblicano scene di vita quotidiana e la loro bellissima famiglia. Sono trascorsi tantissimi anni da quando Chiara Ferragni muoveva i primi passi sul web e in tanti, forse, non ricordano come è cambiata in questi anni. Pochi ricordano quando giovanissima si faceva chiamare Diavoletta87 sul social network Netlog e, come ha ricordato anche lei recentemente era ‘tamarra e truzza”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Chiara Ferragni ✨ (@chiaraferragni)

Su Netlog e il sito che aveva creato su Altervista postava foto in cui sfoggiava i suoi outfit (con marchi in bella vista) e i fidanzati dell’epoca: Albertinodj e poi Riccardo Pozzoli, conosciuto all’epoca della Bocconi e diventato il suo socio e la persona che ha portato al successo il blog The Blond Salad.