Carolina Marconi, prima parrucca dopo la chemio

“Da pelata a capellona”. Carolina Marconi, prima parrucca dopo la chemio: “Perché ho scelto questa”

L’ex gieffina Carolina Marconi ha annunciato la sua battaglia contro il cancro al seno e, dopo aver accorciato i capelli, ha deciso di prendere il rasoio elettrico e di rasarsi completamente. Con il secondo ciclo della chemioterapia, infatti, la showgirl ha iniziato a perdere i capelli, frangente che ha anche immortalato e condiviso con i suoi fan.

Tutti i suoi follower in questo periodo le stanno particolarmente vicini con messaggi di forza e affetto. Ora Carolina ha deciso di mettere la parrucca: “Buongiorno, come state? Io bene! Come vedete oggi da pelatina a capellona – spiega l’ex gieffina -. Volevo una parrucca da un po’, allora ho fatto una ricerca su Instagram ed ho trovato loro @marinapostiches”.

“Li ho contattati (oltre 53 anni di artigianato italiano, sono di Verona) ed ho subito scoperto una grande famiglia, delle bellissime persone, professionali che segui nei minimi dettagli per trovare ogni tua esigenza”. Carolina passa a descrivere i dettagli che le hanno permesso di acquisire la parrucca: “Vivendo a Roma chiaramente ho fatto tutto a distanza. Ho dato la misura della circonferenza della testa e quindi ho deciso con loro il colore ed il taglio”.


Carolina Marconi, prima parrucca dopo la chemio

La cosa bella è che la parrucca è arriva prima del previsto, prima che cadessero i capelli. Volevo metterla subito per nn vedermi “cambiata!”. Sinceramente non so come avrei potuto reagire, ma quando fai questo tipo di piano piano capisci che l’ultimo percorso tuo pensiero sono la caduta dei capelli perché la verità è indebolendosi non più a te e diventa quindi una liberazione rasarli”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da CarolinaMarconi (@marconicarolina)

“Per me – aggiunge la 43enne – è stato così, alla fine preferivo vedermi pelata. Sinceramente pensavo di soffrire man mano che i giorni passavano e mi guardavo allo specchio del mio bagno. Avevo paura di non riconoscermi. Invece nel mio inconscio capivo che ero sempre io. Il mio sorriso, i miei occhietti e cercavo di amarmi ancora di più (nella vita ti devi prendere cura di te stesso e amarti, non aspettare che lo facciano gli altri )”.