Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
La multa diventa un Qr code

Un Qr code sul parabrezza dell’auto, cosa è: la novità per gli automobilisti italiani

La multa diventa un Qr code. Questa è l’ultima novità del governo in fatto di codice stradale. Chi ha preso almeno una multa nella vita sa di cosa parliamo: quel foglietto incastrato tra il vetro e il tergicristallo della macchina. Da oggi non sarà più così, o quantomeno cambia la “forma” della multa (e anche il modo di consultarla). Prima infatti sulla stessa multa c’erano scritti tutti i dati e il codice di riferimento della violazione commessa.

Ora però cambia tutto e da adesso in poi il conducente o il proprietario della macchina troverà un foglietto contenente soltanto un codice QR. Cosa fare quindi? Inquadrandolo con la fotocamere o con un lettore di Qr Code, si verrà telematicamente connessi al Fascicolo del cittadino al quale si accede tramite account o con lo Spid. C’è da dire che per qualcuno la vita viene semplificata, soprattutto per i giovani, ma non per tutti. Tanti altri avranno seri problemi ad accedere all’infrazione tramite Spid.

La multa diventa un Qr code


La multa diventa un Qr code: cosa cambia e come funziona

Non una mail o una Per, perché l’articolo 21 del Codice della Strada, prevede che gli agenti informino gli automobilisti dell’infrazione anche in loro assenza. Quindi una comunicazione scritta resta obbligatori, quello che cambia quindi è che la multa diventa un Qr code. Facciamo un esempio: se l’auto è parcheggiata in divieto di sosta e il conducente non c’è cosa succede?

La multa diventa un Qr code

L’ausiliare del traffico o il Vigile urbano lasciano un codice QR che permette di conoscere ogni dettaglio attraverso il Fascicolo del cittadino al quale si accede, come dicevamo, tramite account o con lo Spid. La multa diventa un Qr code e tramite un’apposita app sarà possibile verificare la contestazione e pagare la somma dovuta usufruendo oltretutto di uno sconto del 30% che si applica se si paga in tempi brevi (5 giorni).

La multa diventa un Qr code

Naturalmente il trasgressore potrà anche recarsi negli uffici della Polizia Municipale e fornire il qr code. Saranno gli stessi agenti a questo punto a scaricare il documento. E nel caso si volesse aprire una contestazione, sarà possibile farlo direttamente sul sito. Insomma, una complicazione per alcuni, un fastidiosa comodità per altri.

“Così le multe sono illegittime”. Autovelox, la decisione della Cassazione


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004