costo giornaliero condizionatore

Condizionatore, quanto consuma lasciarlo acceso tutta la notte

È la domanda che ci facciamo sempre, soprattutto durante l’estate e il caldo: quanto ci costa il condizionatore? Se pensate che usarlo sia proibitivo vi sbagliate di grosso, soprattutto se si utilizza un modello con un’alta classe energetica, ovvero quelli superiori alla A (A+, A++, A+++). Insomma, il consumo della macchina dipende da diversi fattori e non solo dal prezzo dell’energia elettrica.

Ad esempio, se l’edificio è posizionato in una zona molto calda o presenta degli spifferi e ha inoltre pareti con un isolamento termico inefficace, il condizionatore impiegherà più tempo e richiederà più potenza per raffreddarsi: questo è uno dei primi elementi che più di tutti influenza e aumenta il consumo dei condizionatori. La spesa in bolletta dipende molto anche dalla classe energetica alla quale appartiene il climatizzatore. Secondo l’Adoc, l’Associazione difesa orientamento consumatori, in estate si spende intorno ai 160 euro in bolletta e il costo giornaliero è di 1,77 euro per tre mesi.

costo giornaliero condizionatore

Condizionatore, il costo giornaliero

Se l’uso che si fa equivale a più di 12 ore, si può arrivare ad una spesa di 3 euro al giorno. Il costo del condizionatorevaria in base anche alla classe energetica: se si tratta di A+++ il consumo corrisponde a 160 euro; se la classe è B la spesa ammonta a 260 euro; si possono spendere 430 euro se la classe di riferimento è F.


costo giornaliero condizionatore

Naturalmente c’è un modo per conoscere i consumi condizionatore effettivi e si chiama “wattmetro”: si tratta di un dispositivo che è anche adattatore, all’interno del quale si inserisce la spina della macchina prima di inserire tutto nella presa di corrente. Il costo del condizionatore però aumenta se si utilizza di usarlo come ‘stufa’, insomma per l’aria calda.

costo giornaliero condizionatore

Anche in questo caso il prezzo in bolletta dipende dall’apparecchio e dalla zona climatica di riferimento. Un condizionatore a inverter d’ultima generazione arriva a consumare tra i 300W e i 600W. Per esempio: se si volesse riscaldare un locale per 8 ore, considerando che il costo di kWh di corrente elettrica è pari a 0,25 euro, si spenderebbe 0,90 euro. Inoltre è stato calcolato che con una macchina ad inverter si risparmia il 30% sulla spesa.

Pubblicato il alle ore 12:58 Ultima modifica il alle ore 12:58