“Per il bene della regina Elisabetta”. Principe Filippo, la decisione clamorosa sul suo testamento

Il principe Filippo è morto lo scorso aprile all’età di 99 anni, appena due mesi prima di compiere il secolo di vita. Dopo la morte di un membro anziano della famiglia reale è convenzione presentare una domanda per sigillare il testamento al presidente della divisione familiare dell’Alta Corte. Di conseguenza i testamenti dei defunti della royal family non sono aperti all’ispezione pubblica nel modo in cui lo sarebbe normalmente un testamento comune.

Sir Andrew McFarlane, attuale presidente dell’Alta Corte inglese, ha ascoltato le argomentazioni legali degli avvocati che rappresentano il principe Filippo, e quelle del procuratore generale – che rappresenta l’interesse pubblico dei cittadini inglesi in tali questioni – in un’udienza privata a luglio. E nelle ultime ore è arrivata la sentenza. Infatti Sir McFarlane ha ordinato che il testamento del principe Filippo resterà sigillato per 90 anni, e che anche dopo la data, potrà comunque essere aperto solo in privato.

principe filippo testamento

E c’è anche un motivo ben preciso: la volontà di proteggere la dignità e la privacy della regina Elisabetta. Si tratta di una procedura riservata solo ai membri più importanti della Royal Family britannica. Infatti c’è un trattamento diverso per quanto riguarda le ultime volontà dei reali d’Inghilterra. Quando viene a mancare un membro senior della famiglia reale, spetta all’Alta Corte sigillare il testamento, in modo che i contenuti non vengano rivelati in pubblico come succede normalmente. E nel caso del principe Filippo di Edimburgo c’è anche una maggiore tutela.


principe filippo testamento regina elisabetta

Anche per le prossime nove decadi il testamento potrebbe essere aperto solo in privato. Il giudice ha ammesso di non sapere cosa sia scritto nel testamento di Filippo e ha ribadito che questa particolare procedura viene applicata per “non compromettere la privacy della sovrana e dei suoi familiari”. Nel frattempo continuano a correre le voci sulla fortuna del marito della regina Elisabetta. Al tempo della sua scomparsa si diceva che i suoi beni personali si aggirassero intorno ai 35 milioni di euro.

principe filippo testamento regina elisabetta
principe filippo testamento

Ora si presume che a beneficiarne sia in massima parte la regina Elisabetta, con una fetta destinata ai suoi quattro figli, Carlo, Anna, Andrea ed Edoardo. Pare, però, che il consorte della Sovrana abbia voluto ricordare nel suo testamento anche i segretari e i valletti che si sono occupati di lui negli ultimi anni della sua vita, assegnando loro una somma ingente. Senza dimenticarsi, infine, di nipoti e bisnipoti.