“Addio maestro”. Se n’è andato all’improvviso nella sua casa: l’annuncio dato dalla moglie

L’annuncio della sua scomparsa è apparsa sul suo sito. “Siamo spiacenti di annunciare che l’amato autore di bestseller internazionali è deceduto inaspettatamente questo pomeriggio nella sua casa di Cape Town, con sua moglie Niso al suo fianco”, il testo del messaggio che annuncia la morte dello scrittore. Nato nel 1933 nella Rhodesia del Nord (l’attuale Zambia), era cresciuto e aveva studiato in Sudafrica.


Si era dedicato a tempo pieno alla narrativa dal 1964 e da allora aveva pubblicato numerosi romanzi di successo, tanto da essere considerato ”maestro dell’avventura”. Oltre 120milioni di copie dei suoi libri sono state vendute nel mondo, di cui 25 milioni in Italia. E dire che le prime esperienze letterarie di Wilburn Smith non hanno avuto successo: tutti gli editori sudafricani ed europei, circa una ventina, rifiutarono di pubblicare i suoi scritti, fino a quando un editore di Londra decise di contattarlo.

wilbur smith

Wilbur Smith, una carriera di successi

Incoraggiato da questo stimolo, Wilburn Smith iniziò a scrivere libri incentrati su tutto ciò che meglio conosceva e amava: la foresta, gli animali selvaggi, le montagne impervie, le dolci colline del Natal, l’oceano, la vita degli indigeni. E ancora la storia della scoperta dell’Africa meridionale, la lunga e travagliata strada verso l’abbandono dell’apartheid e il ritorno nella comunità internazionale.


wilbur smith


Il primo libro di Wilbur Smith è stato Il destino del leone, iniziatore della fortunata serie che prende il nome di Ciclo dei Courtney. A questo hanno fatto seguito altri 34 libri. Ha sposato quattro donne diverse: Juliette Sabert nel 1964, poi Anne (da cui ha avuto due figli, Shaun e Christian), nel 1971 si sposa per la terza volta con Danielle Antoniette Thomas (“Dee Dee”), anch’essa scrittrice.

wilbur smith


Che è stata la maggiore ispiratrice di molti romanzi di Wilbur Smith ed è morta di tumore al cervello nel 1999. La quarta moglie si chiama Mokhiniso. Wilbur Smith, che ha più volte dichiarato di mantenere un profondo legame con l’Africa, ha vissuto per un lungo periodo a Londra.

Pubblicato il alle ore 10:24 Ultima modifica il alle ore 10:24