“Uccisa per sbaglio dal padre”. Orrore al parco giochi, bimba di 3 anni muore sotto gli occhi di tutti: cosa è successo

Muore a soli 3 anni “schiacciata” dal padre. La tragedia è avvenuta lo scorso agosto nel parco giochi di Upper Hutt vicino alla capitale Wellington. Un “incidente bizzarro”, così lo hanno definito gli inquirenti che continuano a indagare sul caso. Amberlie Penninton-Foley quel 27 agosto dello scorso anno si trovava al parco giochi in compagnia del padre Robert. Insieme hanno deciso di provare l’attrazione denominata Supernova Ring.

Una giornata tra papà e figlia, da trascorrere in allegria. Poi Robert propone alla figlia di provare la Supernova Ring, un anello di plastica sospeso da terra che ruota mentre le persone corrono su di esso o ci saltano sopra. Mentre la piccola Amberlie era seduta su un lato del gioco, papà Robert avrebbe iniziato a camminare da un lato all’altro, per fare ruotare il disco.

Amberlie Foley decesso 3 anni schiacciata parco-giochi

Tutto procedeva per il meglio, fino a quando Robert Foley pare abbia perso l’equilibrio atterrando con tutto il suo peso sulla testa e sul collo della figlia. Sanguinamento dal naso e difficoltà a deambulare, la situazione per la bambina di 3 anni non sembrava preoccupare. Scrupolosamente il padre della piccola Amberlie decide di portarla in ospedale, poi la scoperta.


Amberlie Foley decesso 3 anni schiacciata parco-giochi

Gravi Lesioni cerebrali e al midollo spinale, Amberlie chiude per sempre i suoi piccoli occhi azzurri. Una tragedia così trascritta nella relazione degli inquirenti. Nel documento tanto il padre quanto i responsabili del parco-giochi vengono scagionati. E come si legge su Il Giornale “prima che succedesse la tragedia, rimarca il rapporto, quell’attrazione non aveva mai dato problemi”.

Amberlie Foley decesso 3 anni schiacciata parco-giochi
Amberlie Foley decesso 3 anni schiacciata parco-giochi

La piccola Amberlie avrebbe perso la vita per fatalità, un “incidente bizzarro”. E sul caso si è espresso anche il medico legale Peter Ryan. Sulla testata giornalistica The Mirror si legge: “La morte di Amberlie è stata un tragico incidente nel vero senso della parola. Non sarei sorpreso di apprendere che molti altri genitori avevano precedentemente utilizzato la Supernova in modo simile senza gravi incidenti”.

Pubblicato il alle ore 11:30 Ultima modifica il alle ore 11:30