Stupratore e assassino chiede di essere ucciso. Il Belgio dice sì

Dopo 30 anni dietro le sbarre, il 52enne belga Frank Van Den Bleeken, stupratore seriale e assassino, ha ottenuto il via libera della giustizia per porre fine alle sue “sofferenze psichiche insopportabili”. Era da quattro anni che l’uomo chiedeva l’eutanasia. Mai uscito dal carcere in tutti questi anni, il “mostro”, secondo quanto ha riferito ai media il suo avvocato Jos Vander Velpen, ha ricevuto l’ok a lasciare nei prossimi giorni il penitenziario di Bruges per essere trasferito in un ospedale. Qui, nell’arco di 48 ore, dopo avergli lasciato il tempo di ricongiungersi con i familiari, i medici gli somministreranno il farmaco letale.