Sono passati 20 anni da quel tragico incidente che ha ucciso Lady Diana ma ancora oggi la principessa più amata di sempre non riesce a trovare pace

 

Manca poco più di un mese al ventesimo anniversario di Lady Diana. Scomparsa il 31 agosto del 1997 a Parigi in un terribile incedente stradale insieme al compagno Dodi, eppure la principessa del popolo continua a non avere pace. A quanto afferma il conte Spencer, fratello di Diana, in una lunga intervista a Radio 4, la tomba della principessa nella tenuta di famiglia ad Althorp, ha subito quattro tentativi di profanazione da parte di fanatici che hanno tentato di rubare la salma. Lo rivela in occasione dei 20 anni dalla morte di Lady D. «Per fortuna siamo riusciti a bloccare tutti i tentativi di trafugare il suo cadavere. È il posto più sicuro per lei». Un posto che, in realtà, nei giorni scorsi era stato messo in discussione perché gli ammiratori che ancora oggi fanno regolarmente visita al luogo dove Lady D è sepolta, Althorp in Northamptonshire, su un’isola in mezzo ad un laghetto chiamata Round Oval potrebbero aver commesso un grave errore. A quanto riporta il Daily Mail, il corpo di Diana Spencer non si troverebbe affatto nel luogo indicato. (Continua dopo la foto)


Come spiega la testata anglosassone, infatti, Diana sarebbe in realtà seppellita non sull’isolotto, ma nella chiesa del vicino paesino. A confermarlo sarebbero una serie di avvistamenti fatti la sera stessa della tumulazione della sfortunata principessa, con movimenti notturni fatti in gran segreto mentre il resto del mondo era con gli occhi rivolti altrove. I residenti della zona sostengono a gran voce questa teoria, e di recente la chiesa è stata inondata da messaggi di fedeli, che hanno lasciato scritto frasi come “Riposa in pace Diana” e “Sappiamo che sei qui, insieme a tuo padre, per sempre”. Diana, d’altronde, doveva essere davvero seppellita inizialmente in quel luogo, la St Mary’s Church, ma i piani erano cambiati all’ultimo. (Continua dopo le foto)

 

{loadposition intext}

La teoria è che però si sia trattato di un bluff e che i piani originali siano stati cambiati soltanto in apparenza, lasciando Diana riposare in un luogo più discreto da tenere però al riparo dal pellegrinaggio di sudditi commossi negli anni a venire. Voci che hanno ripreso piede all’improvviso, rilanciate dai media a pochi mesi della ricorrenza della scomparsa di Lady D. E che al momento, in attesa di commenti ufficiali da parte di Buckingham Palace che forse non arriveranno mai, continuano a far discutere.

”Sentii che diceva a Camilla”. Per 20 anni sono rimaste segrete. Solo adesso le cassette con la verità di Lady Diana sul principe Carlo saltano fuori ed esplodono come una bomba su Buckingham Palace