“L’incubo è finito”. Razzo cinese in rientro dallo spazio. Gli esperti: “Ecco dove è precipitato”

È finito quello che per tanti italiani è stato un mix tra paura e sorrisi. Quasi tutti sapevano che l’eventualità che fosse caduto in Italia sarebbe stata remota, ma comunque qualcuno gli occhi al cielo li ha alzati. Parliamo del secondo stadio del razzo cinese ‘Lunga Marcia 5B’ è rientrato nell’atmosfera non in Italia o in Spagna, ma in un’area vicina alle isole Maldive, secondo quanto reso noto dall’agenzia spaziale cinese. Insomma, si sono sbagliati giusto di un continente.

Come sapevano, i detriti del razzo cinese lanciato come parte degli sforzi della Cina per costruire la propria stazione spaziale sono rientrati nell’atmosfera terrestre, come hanno riferito i media statali cinesi citando le autorità spaziali. I detriti del velivolo Long March 5B sono rientrati nell’atmosfera terrestre alle 10:24 (02.24 GTM), secondo quanto riportato dal Global Times, un giornale spesso usato come portavoce di stato in lingua inglese, che ha citato il China Manned Space Engineering Office.


Giusto 7000 km più in là di quanto previsto. Secondo l’emittente governativa Cctv, i resti del razzo cinese sono rientrati nell’atmosfera alle 10:12 sul Mar Mediterraneo e sono caduti alle 10:24 nell’Oceano Indiano, nelle acque internazionali al largo delle Maldive. La maggior parte dei detriti è bruciata durante il rientro, hanno affermato i media statali cinesi.

C’è anche da dire che gli esperti spaziali avevano avvertito del pericolo derivante dal rientro di possibili detriti da un rientro incontrollato della sezione principale di 20 tonnellate e 30 metri di lunghezza del veicolo di lancio, che è uno dei più grandi pezzi di detriti spaziali di sempre a tornare sulla Terra.

La sezione del Long March 5B ha portato il modulo centrale Tianhe (Heavenly Harmony) nello spazio giovedì scorso, segnando l’inizio della costruzione della stazione spaziale cinese. Nel maggio 2020, i detriti di un altro razzo Long March 5B sono caduti sulle parti rurali della Costa d’Avorio, causando danni a diversi edifici nella nazione dell’Africa occidentale. Ma chi li fa questi calcoli di rientro?

Ti potrebbe anche interessare: “Tremava…”. Amici 20, la ballerina rischia di crollare sul palco: “Ha avuto un attacco di panico”