Putin: guerra al buio, via l’ora legale

Rivoluzione dell’orologio in Russia: Vladimir Putin dice bye-bye all’ora legale. La decisione è diventata una legge, firmata dal premier russo, il quale ha stabilito che dal 26 ottobre, nello sconfinato stato russo, ci sarà solamente l’ora solare. La decisione ha uno scopo: evitare ai cittadini di vivere mattinate con troppe ore di buio, specialmente in inverno. 

Si sa, troppo buio deprime corpo e mente quindi meglio avere disposizione più ore di luce per vivere meglio. 

Cosa succederà nello specifico: gran parte delle repubbliche, regioni e autonomie russe, riporteranno le lancette indietro di un’ora e le lasceranno così per sempre. Altri stati, invece, hanno deciso di usare il diritto di disporre in autonomia al riguardo.


Una decisione simile era stata presa nel 2011 dall’allora premier Dmitri Medvedev che aveva revocato il regime di orario solare e legale, passando al solo orario legale. All’epoca il 73% della popolazione approvava il cambiamento, ma a fine 2013 solo il 32% restava convinto che fosse stata una buona idea.