Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
omar nava ucciso onda anomala tenerife

“Non è riuscito a salvarsi”. La vacanza di Omar, 35 anni, finisce in tragedia: il dramma davanti agli amici

  • World

Omar Nava ucciso da un’onda anomala a Tenerife. Il 35enne cresciuto a Seregno ma residente a Giussano stava trascorrendo alcuni giorni di vacanza nella nota località turistica quando la tragedia si è consumata in modo del tutto imprevedibile. L’onda anomala gli ha scavato la sabbia sotto i piedi e lo ha scaraventato sott’acqua, trascinandolo via. Omar era un ragazzo allenato, muscoloso, appassionato di body building, ma nonostante ciò non è riuscito a resistere alla forza dell’oceano.

Tutto è avvenuto una decina di giorni fa, intorno al 20 agosto, ma il corpo è stato restituito tre giorni dopo dal mare. Omar si trovava in vacanza con un gruppo di amici e stava facendo il bagno con un’amica. I due sono stati sorpresi da un’onda anomala e alcuni bagnanti sono entrati in acqua riuscendo a portare in salvo la ragazza. Purtroppo Omar era già scomparso.

omar nava ucciso onda anomala tenerife


Omar Nava, partita la raccolta fondi per sostenere la famiglia

Gli amici di Omar Nava hanno avviato una raccolta fondi su GoFundMe per poter dare un sostegno ai familiari pagando una parte delle spese per il trasporto della salma in Italia. “Per dare supporto alla famiglia e far sentire la nostra vicinanza in questo difficile momento” scrivono. Oltre 12mila euro sono già stati raccolti.

omar nava ucciso onda anomala tenerife

“I fondi – hanno spiegato gli amici – saranno devoluti interamente a Renato e Luca, padre e fratello di Omar, per sostenere le onerose spese di trasporto del nostro amico da Tenerife all’Italia, le spese funerarie e per le altre iniziative in memoria di Omar”.

Omar Nava era un ragazzo pieno di vita e pieno di amici, amava la palestra, le auto sportive, i cani e cucinare. Sul suo profilo Facebook sono tantissimi i messaggi di cordoglio: “Non ci posso credere, non ci voglio credere” e “Grazie per le mille follie, momenti unici!”. Ancora “quelli che amiamo non se ne vanno, ci camminano accanto ogni giorno…caro amico mio”. Il papà e il fratello sono volati a Tenerife e hanno riconosciuto Omar grazie ad un tatuaggio sul braccio.

“Enormi problemi”. Mika, annullati i concerti in Italia: “Mi scuso con tutti”. Cosa è successo


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004