Nicholas Brendon, Xander di Buffy, è stato arrestato: "Irriconoscibile"

“Invecchiato e trasandato”. Tracollo choc per l’attore della serie tv. Fermato e arrestato dalla polizia

È tra i protagonisti di una delle serie tv più famose e seguite di fine ’90 inizi 2000. Ad oggi di lui sappiamo che è stato arrestato più volte e i reati che gli sono stati imputati si articolano dall’ubriachezza molesta, alla resistenza a pubblico ufficiale. Niente di assolutamente irreparabile, sembrerebbe, anche se la cadenza con cui il vip finisce in cella è ormai più che preoccupante.

Il nostro uomo è stato anche un assiduo frequentatore di cliniche di riabilitazione, che stando ai fatti, finora, sono servite purtroppo a poco. Infatti proprio in questi giorni il noto attore è finito nuovamente dietro le sbarre. “Secondo la nostra fonte nella Polizia, l’artista stava guidando in modo irregolare quando i poliziotti l’hanno avvistato e fermato”.

La ricostruzione di TMZ sulla vicenda di Nicholas Brendon, Xander di Buffy l’ammazzavampiri. “Dei poliziotti hanno notato che l’auto guidata dall’attore stava sbandando e così l’hanno fermato. All’interno della macchina gli agenti hanno trovato buste contenenti della polvere e diversi medicinali, con ricette mediche false. Brendon ha anche ostacolato il riconoscimento da parte delle forze dell’ordine, che lo hanno portato nel carcere di Vigo Countil con l’accusa di frode per prescrizioni mediche false”.


“Dopo che è stato fermato i poliziotti dicono di averlo visto sudare copiosamente e sembrava nervoso, le sue mani tremavano e non riusciva a parlare bene. Nicholas Brendon ha dato loro un documento d’identità della California con il nome Kelton Schultz. I poliziotti dicono che Nicholas ha detto loro che Kelton era suo fratello gemello. I poliziotti affermano di aver trovato una ‘piccola busta di plastica che conteneva residui di polvere’ e un flacone di pillole in una busta con un farmaco”.

“Sembra anche che nel veicolo ci fossero potenziali segni di traffico di stupefacenti. La moquette dell’auto nuova era stata tagliata in più punti e l’imbottitura sotto la moquette ha rivelato che le viti erano state rimosse. Gli agenti affermano che una ricerca approfondita ha rivelato molti altri sacchetti di plastica. Questi contenevano residui di cristalli e polvere e una ricetta compilata lo stesso giorno. La prescrizione era per i sali di anfetamina prescritti a Kelton Schultz”.

Pubblicato il alle ore 09:01 Ultima modifica il alle ore 09:01