Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“È arrivato a tutta velocità, una tragedia”. Ancora paura a New York: auto piomba sulla folla: il bilancio è di nuovo gravissimo: la situazione

 

Torna, incredibilmente, ancora la paura a New York dove, alle prime luci dell’alba di domenica mattina, 3 dicembre, ora locale, un’auto lanciata a tutta velocità ha travolto alcuni pedoni nella zona del Queens ed è poi riuscita a fuggire. Al momento le informazioni risultano piuttosto confuse: sembra che una persona sia rimasta uccisa e che ci sarebbero diversi feriti, almeno sei, di cui due sarebbero in gravi condizioni. La polizia, come riferisce il NY Daily News, è sulle tracce di una Hyundai Sonata bianca, guidata da un uomo con un codino. L’attacco sarebbe avvenuto dopo una rissa all’esterno di un locale per cui si esclude già la pista terroristica. Le forze dell’ordine hanno parlato anche di due persone accoltellate, collegate alla stessa disputa, e arrivate poco dopo in ospedale. (Continua a leggere dopo la foto)


Un testimone ha raccontato alla stampa locale di aver visto una donna trattenere un uomo mentre litigava con altre persone. “Continuava a urlare di fermarsi – ha dichiarato – e che dovevano andare via quando all’improvviso questa macchina è sbucata fuori dal nulla e li ha colpiti”. Intanto, un soggetto, di cui non è stata resa nota l’identità, è stato preso in custodia, ma non è stato effettuato al momento nessun arresto. L’autista della macchina killer, dunque, sarebbe ancora a piede libero. (Continua a leggere dopo le foto)

{loadposition intext}

Secondo le informazioni preliminari, sei persone sono state travolte dall’auto e altre due sono state accoltellate a causa di una precedente disputa. L’aggressione è avvenuta in un locale vicino a Liberty Avenue. Una persona travolta dall’auto è morta sul colpo, altre cinque sono state portate in ospedale e sono in condizioni critiche, secondo la polizia. Due uomini accoltellati sono ricoverati in condizioni stabili.

Ti potrebbe interessare anche: ”Terrorismo islamico, perché l’Italia è stata risparmiata dagli attentati?”, La domanda ce la poniamo ogni volta che un attentato si ‘abbatte’ su una città europea: Parigi, Barcellona, Londra. Eppure c’è una risposta (apparentemente banale)…