Un morso e un graffio dal suo cane. Medici costretti ad amputarle le dita delle mani

Sono tantissime le storie di amicizia e affetto sui nostri amici a quattro zampe. Ma, a volte, capita che cani e gatti siano protagonisti di episodi tutt’altro che piacevoli. E la storia che vi stiamo per raccontare, che viene da Plymouth, cittadina a sud dell’Inghilterra, è davvero incredibile. A metà gennaio Michelle Ellis, una giovane mamma di quattro figli, stava cercando di rimettere il suo cane all’interno di un recinto. L’animale deve aver interpretato il movimento della donna come minaccioso, fatto sta che ha reagito mordendole la mano.

Si trattava soltanto di un piccolo graffio e così la donna ha deciso di non dedicarvi troppa attenzione. “Era un piccolo morso, delle dimensioni di una bruciatura di sigaretta. Quindi non si è data pensiero e non ha fatto nulla”, ha spiegato Keana, figlia della donna. Dopo qualche giorno dall’incidente, però, la situazione è peggiorata. Michelle ha iniziato ad accusare sintomi influenzali che non le hanno dato tregua, fin quando non ha deciso di recarsi in ospedale. Qui i medici, come riporta il Sun, hanno riscontrato una grave setticemia e sono dovuti intervenire per evitare guai peggiori. (Continua a leggere dopo la foto)


Giunta in ospedale Michelle Ellis ha scoperto di aver sviluppato una grave forma di setticemia, ovvero un’infezione generalizzata dovuta alla presenza nel sangue di batteri. Oltretutto il quadro clinico si è aggravato in poco tempo, visto che la donna ha sviluppato un’insufficienza multiorgano. A quel punto i medici hanno deciso di tenere la donna in coma indotto per due settimane. (Continua a leggere dopo la foto)

La grave infezione ha colpito le dita delle mani della donna e i dottori, per salvare la vita di Michelle Ellis, sono stati costretti ad un intervento drastico: hanno dovuto, infatti, amputare le dita delle mani. Ora la donna è guarita, ma le attuali disposizioni anti-Covid hanno impedito ai familiari di poter vedere Michelle. Così, oltre alla perdita delle dita Ellis ha dovuto affrontare tutto ciò da sola. (Continua a leggere dopo la foto)

In ogni caso ancora una volta la solidarietà e la generosità delle persone è corsa in aiuto della donna. Per poter consentire a Michelle Ellis di ricostruire le mani è stata organizzata una raccolta fondi online. Un’azienda ha calcolato che per effettuare gli interventi su entrambe le mani serviranno 72mila euro e, comunque, dopo cinque anni le protesi dovranno essere sostituite. Naturalmente amici e familiari di Michelle stanno facendo di tutto affinché la donna possa tornare ad avere le sue mani.

Coronavirus, il dramma dell’attore: i medici costretti a amputare la gamba per salvargli la vita

Pubblicato il alle ore 18:05 Ultima modifica il alle ore 18:15