Michele Colosio ucciso messico

Ammazzato mentre festeggiava l’Italia. Michele, ucciso a 42 anni a colpi di arma da fuoco

Si chiamava Michele Colosio ed era in Messico per lavorare e aiutare. Michele è morto a San Cristobal de Las Casas, in Chiapas, in una dinamica a dir poco violenta e oscura. L’uomo, di 42 anni, era originario di Borgosatollo, un comune di appena 9mila anime in provincia di Brescia. Colosio, da dieci anni faceva la spola tra il Bresciano e il Messico, ma stavolta la sua vita si è fermata lì per colpa di alcuni colpi di pistola.

Il 42enne lavorava a progetti di cooperazione e volontariato. Secondo alcuni giornali locali, Michele Colosio è stato ucciso a colpi di pistola mentre tornava a casa dopo essere stato a una festa per la vittoria dell’Italia agli Europei di calcio, nello stesso momento in cui in tutta Italia, milioni di persone saltavano per le strade felici come non mai.

Michele Colosio era un ex tecnico di radiologia agli Spedali civili di Brescia, aveva lasciato tutto una decina di anni fa per dedicarsi a un piccolo podere in Messico in cui allevava animali da cortile e progettava interventi per l’istruzione dei bambini poveri del posto. Secondo le prime ricostruzioni fatte Colosio è stato raggiunto dai colpi di pistola esplosi da una moto in corsa.


Michele Colosio ucciso messico

Michele Colosio, la rabbia della mamma

Tutto farebbe sembrare un’agguato. Che poi sia una stato un’esecuzione o una rapina finita male, nessuno per il momento lo sa dire con certezza. Michele Colosio, per via delle sue attività cooperative potrebbe essere entrato in conflitto con altri interessi della malavita locale, ma anche questa è l’ennesima ipotesi. La madre ha detto: “Non meritava di fare questa fine, era andato là solo per fare del bene”.

Michele Colosio ucciso messico

Sono queste le prime parole di Daniela Stanga, la madre di Michele Colosio. La donna, che vive ancora a Brescia, vorrebbe raggiungere il Messico nelle prossime ore ed è attualmente in contatto con le autorità per il rientro della salma. Una morte assurda.

Pubblicato il alle ore 13:06 Ultima modifica il alle ore 13:06